mercoledì 22 febbraio | 02:36
pubblicato il 16/dic/2013 12:20

Casa: Gibiino (Fi), Stato predone. Giustificato allarme Ance

Casa: Gibiino (Fi), Stato predone. Giustificato allarme Ance

(ASCA) - Roma, dic - ''Condivido pienamente il grido d'allarme lanciato dal presidente dell'Ance Buzzetti sulla tassazione della casa. Che si chiami Imu o Iuc poco importa, la sostanza e' una: lo Stato predone continua a vessare vergognosamente i cittadini con una vera e propria patrimoniale. L'imbroglio delle sigle, il caos e gli aumenti delle aliquote, e nel 2014 andremo di male in peggio''. Lo dichiara il senatore Vincenzo Gibiino, di Forza Italia.

''Il mondo casa e' allo stremo, l'edilizia e' in panne - prosegue il senatore azzurro - e il Governo Letta-Alfano rimane immobile. Occorre ridurre il peso delle imposte sulle abitazioni e i fabbricati ad uso commerciale, agricolo e industriale, e al tempo stesso liberare gli investimenti in infrastrutture dal peso del patto di stabilita'. Se cosi' non sara' assisteremo presto ad un doppio funerale: quello del mercato immobiliare e del settore edile''.

com-njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nomina commissione congresso, Emiliano si candida a primarie
Consip
Di Maio: Renzi vuoti il sacco su donazione da Alfredo Romeo
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Pd
Pd, Emiliano: non faccio a Renzi il favore della scissione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia