venerdì 09 dicembre | 09:34
pubblicato il 31/ott/2014 19:58

Casa di Scajola al Colosseo, Corte d'appello: prescritto reato

L'avvocato: "Finalmente parola fine su questa vicenda"

Casa di Scajola al Colosseo, Corte d'appello: prescritto reato

Roma, (Askanews) - Reato prescritto per l'ex ministro per lo Sviluppo economico Claudio Scajola in relazione alla vicenda della compravendita di una casa vicino al Colosseo. La sentenza è della Corte d'appello di Roma, mentre in primo grado Scajola era stato assolto. Soddisfazione da parte dell'ex ministro che, uscito dal Tribunale a Piazzale Clodio, si è mostrato sorridente. A parlare è stato il suo avvocato, Giorgio Perroni:

"Siamo soddisfatti. Tutti gli appelli sono stati rigettati, adesso aspetteremo le motivazioni della sentenza per capire il percorso logico fatto dalla Corte per arrivare a questa decisione". "Finalmente su questa vicenda ci possiamo mettere una pietra tombale".

L'avvocato esclude la possibilità di un ricorso in Cassazione:

"Mi sembra abbastanza difficile. Io penso che questa sia finalmente la fine di questa vicenda in senso positivo per noi".

Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina