giovedì 08 dicembre | 23:17
pubblicato il 21/ago/2014 19:09

Card. Filoni: dubbi su armi e denaro arrivati a jihadisti

Come e' possibile passaggio sfuggito a chi ha dovere di controllo? (ASCA) - Roma, 21 ago 2014 - Gli jihadisti dell'Is "sono apparati e gruppi che operano mostrandosi ben forniti di armi e denaro, e ci si chiede come sia possibile che tutto questo passaggio di armi e risorse sia sfuggito a chi ha il dovere di controllare e di prevenire simili tragici sviluppi". Lo afferma il cardinale Fernando Filoni, prefetto della congregazione per la Evangelizzazione dei popoli e inviato del Papa in Iraq appena rientrato a Roma, in un passaggio di un'intervista rilasciata a Fides, agenzia di stampa della stessa Propaganda Fide. "La domanda che ho sentito fare da molti e' quella sul 'remote control', su chi muove da lontano le cose. Ma credo che, per ora, sia difficile dare una risposta".

Ska

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni