sabato 03 dicembre | 10:49
pubblicato il 16/ago/2014 15:23

Card. Filoni: c'e' disperazione tra rifugiati yazidi in Iraq

"Continuano a giungere ancora notizie di uccisioni" (ASCA) - Roma, 16 ago 2014 - Dopo aver visitato un campo per cattolici caldei fuggiti da Qaraqosh, da Bakhdida e da altri villaggi della Piana di Ninive, il cardinale Fernando Filoni, inviato personale del Papa in Iraq, ha visitato oggi, sempre nel Kurdistan iracheno, gli yazidi rifugiati in una scuola: "Qui - racconta il porporato ai microfoni di Radio vaticana - ho trovato una situazione molto, molto drammatica: non tanto dal punto di vista logistico, quanto da un punto di vista psicologico e morale. Ho visto soprattutto donne e tantissimi bambini e pochi anziani... Nel parlarmi, questi anziani piangevano perche' non vedono piu' futuro per la loro terra, la loro cultura, la loro tradizione e continuamente ci domandavano: 'Che male abbiamo fatto per essere uccisi?'. Le donne erano in una situazione passiva: tra l'emozione, il piano e l'incapacita' di avere una reazione, stordite dal dolore e dalla sofferenza. I bambini, naturalmente tantissimi, che ci circondavano, ci guardavano con quegli occhi grandi, quasi a chiederci: 'Che costa state facendo per noi?'". "Il fatto che abbia assicurato che il Papa e la Chiesa cattolica li difende, che parla per loro e che loro abbiano voce attraverso di noi, li ha un po' rincuorati", afferma Filoni, che poi aggiunge: "Continuano a giungere ancora notizie di uccisioni: si parla di 100 uomini che sono stati uccisi, la notizia e' arrivata questa mattina... Stiamo cercando di approfondirla meglio. Si parla di situazioni disperate in alcuni villaggi, perche' la gente non e' riuscita a fuggire". Gli yazidi hanno "una percezione relativa" delle prime iniziative internazionale (Italia, Ue, Onu), spiega il prefetto di Propaganda fide: "Queste notizie sono ancora notizie - come dire - mediatiche. La raccomandazione che tutti ci fanno e': 'Fate in fretta! Non lasciate morire la speranza!'. Capiscono che quanto piu' passa il tempo, piu' in loro viene meno la speranza di ritornare ad una vita dignitosa e normale".

Ska

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Riforme
Referendum, Renzi: con Mattarella italiani sono in ottime mani
Riforme
Referendum, Grillo: se perdiamo contro il mondo va bene lo stesso
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari