mercoledì 18 gennaio | 00:45
pubblicato il 30/mar/2011 12:47

Carceri/Più diritti e no detenzione per madri bimbi fino a 6 anni

Senato approva a maggioranza le nuove norme, applicabili dal 2014

Carceri/Più diritti e no detenzione per madri bimbi fino a 6 anni

Roma, 29 mar. (askanews) - Il Senato ha approvato a maggioranza, in via definitiva, le nuove norme che regoleranno la vita delle donne condannate a pene detentive con figli minori, che non potranno più essere detenute in carcere fino a quando i bambini non avranno compiuto il sesto anno di età, se non nel caso in cui sussistano "esigenze di eccezionale rilevanza". Questa è la principale novità del nuovo testo, che entrerà in vigore quando il piano straordinario sulle carceri sarà completato. La nuova legge è stata approvato in via definitiva con 173 voti a favore e l'astensione del Pd (nessun voto contrario) dopo che alla Camera, il mese scorso, era stato licenziato con un sì bipartisan (con i soli Radicali astenuti). Finora, la detenzione cautelare in carcere era esclusa per le madri fino al compimento del terzo anno di età del figlio. Quando si applicheranno le nuove norme, dal 2014 la detenzione in carcere per le madri potrà scattare soltanto dopo il compimento del sesto anno di vita del figlio. Se, per cause eccezionali, si renderà comunque necessaria la detenzione carceraria, essa sarà disposta presso un istituto a custodia attenuata per detenute madri. Queste novità sono applicabili anche ai padri, nel caso in cui la madre sia deceduta o assolutamente impossibilitata a dare assistenza ai figli. Nuove regole anche per il diritto di visita al minore infermo, anche non convivente, da parte della madre detenuta o imputata (o del padre). Il magistrato di sorveglianza - in caso di imminente pericolo di vita o di gravi condizioni di salute del minore - potrà concedere il permesso, con provvedimento urgente, alla detenuta o all'imputata per visitare il figlio malato, con modalità che, nel caso di ricovero ospedaliero, devono tener conto della durata del ricovero e del decorso della patologia. Nei casi di assoluta urgenza il permesso viene concesso dal direttore dell'istituto. (Segue)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Quirinale
Mattarella da oggi in Grecia in visita ufficiale
Nato
Mattarella:Nato straodinariamente importante per pace e sicurezza
M5s
Nasce Sharing Rousseau, Di Maio: "Intelligenza collettiva M5s"
Ue
Presidenza Europarlamento: al ballottaggio Tajani e Pittella
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa