sabato 10 dicembre | 14:37
pubblicato il 09/nov/2013 17:25

Carceri: sottosegretario Berretta, nuovi interventi per sovraffollamento

Carceri: sottosegretario Berretta, nuovi interventi per sovraffollamento

(ASCA) - Roma, 9 nov - Abbiamo assistito in questi anni ad un abuso del diritto penale, per l'uso ideologico che si e' fatto del tema della sicurezza, contemporaneamente si annunciavano miracoli edilizi, mai realizzati, che avrebbero creato sempre nuove carceri, da riempire con sempre nuove categorie di deboli. Questo abuso ha creato una questione, come ha detto il presidente della Repubblica, di prepotente urgenza sul piano costituzionale e civile rispetto alla quale non si puo' piu' attendere e su cui il Governo interverra' in maniera significativa per porre rimedio al sovraffollamento carcerario''. Lo ha affermato il sottosegretario alla Giustizia Giuseppe Berretta, stamani a Catania durante il convegno ''Detenzione e Costituzione'' tenutosi nel Palazzo di Giustizia del capoluogo etneo in occasione del XVIII anniversario dell'assassinio del penalista Serafino Fama'.

''Quello che si vuole introdurre e' un nuovo modello di vita all'interno degli istituti. Un modello di detenzione aperta nel perimetro delle carceri, per cui le camere di pernottamento siano luoghi per il riposo e non per lo svolgersi della giornata quasi nella sua interezza. Cio' avverra' in situazione di sicurezza, attraverso l'adozione di un sistema di vigilanza dinamica che consente di utilizzare al meglio il personale, puntando su una maggiore conoscenza da parte del personale stesso dei singoli detenuti all'interno di un gruppo e delle dinamiche interne al gruppo'', ha anticipato il sottosegretario alla Giustizia. Berretta ha elencato poi i risultati delle misure gia' adottate dal Governo: ''Il Parlamento, lo scorso agosto, ha approvato in via definitiva un decreto-legge per ridurre i flussi d'ingresso in carcere e per favorire l'accesso alle misure alternative alla detenzione - ha ricordato l'esponente del governo Letta -. Abbiamo potuto recentemente registrare i primi risultati del provvedimento che ha portato il numero di detenuti a 64.564, con una chiara riduzione rispetto al numero di oltre 69.000 registrato nel 2010. Si sono dimostrate efficaci anche le nuove norme che incidono sulla possibilita' di limitare il ricorso alla custodia cautelare in carcere. Gli effetti di tale intervento sulla custodia cautelare sono gia' visibili poiche' il numero di coloro che sono in attesa del primo grado di giudizio e' sceso a 12.348''. ''Il numero di ingressi in carcere dalla liberta' e' nettamente in calo, passato da una media di circa 1.000 al mese, dato registrato nei primi sei mesi del 2013, a meno di 500 da quando e' entrato in vigore il decreto legge sull'esecuzione della pena'' ha sottolineato Berretta. ''Il Governo si e' dato degli obiettivi ambiziosi per realizzare un moderno sistema di Giustizia e per fare cio' occorre che si lavori molto anche sul piano culturale - ha concluso - L'idea e' arrivare ad una giustizia condivisa, come valore di una comunita', che sia in grado di riservare al sistema giudiziale solo quei conflitti non altrimenti risolvibili''.

com-brm/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi verso ok a governo Gentiloni, ma su data voto è rebus
Governo
Orlando: governo per andare al voto, ma Pd non lo fa da solo
Governo
Seconda giornata consultazioni da Mattarella, Gentiloni in pole
Governo
Da Mattarella possibile incarico domenica, in pole c'è Gentiloni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina