mercoledì 18 gennaio | 19:43
pubblicato il 12/apr/2013 15:31

Carceri: saggi, depenalizzare e attenzione a lavoro detenuti

(ASCA) - Roma, 12 apr - Per contribuire al contenimento di un sovraffollamento carcerario ormai insostenibile, i saggi del gruppo di lavoro sulle riforme istituzionali hanno proposto di ''trasformare in pene principali comminabili dal giudice di cognizione alcune delle attuali misure alternative dell'esecuzione, come l'affidamento in prova e la detenzione domiciliare''.

Accanto a questo, la necessita' di ''un ampio processo di depenalizzazione di condotte che possono essere meglio sanzionate in altra sede e l'introduzione su larga scala di pene alternative alla detenzione''. Per i saggi, una particolare attenzione va dedicata ''al tema del lavoro dei detenuti, che riduce drastica mente la recidiva, rende il carcere piu' vivibile, rispetta la dignita' della persona detenuta; per questa ragione occorre una congrua assegnazione di risorse finanziarie''.

brm/mau/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fca
Fca,Gentiloni a Merkel: omologazione spetta a autorità italiane
Brexit
Brexit,Gentiloni:May fa chiarezza, Ue pronta a discutere con Gb
Terremoti
Terremoto, Boschi segue situazione. In contatto con Curcio e Errani
Scuola
Mattarella: scuole hanno ruolo fondamentale anche all'estero
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina