domenica 11 dicembre | 11:13
pubblicato il 14/ago/2011 17:54

Carceri/ Radicali: Oltre duemila le adesioni al digiuno di oggi

Pannella: amnistia e indulto. Domani Nitto Palma a Regina Coeli

Carceri/ Radicali: Oltre duemila le adesioni al digiuno di oggi

Roma, 14 ago. (askanews) - Con grande scetticismo sulla capacità di ascolto da parte del governo, Marco Pannella ha osservato oggi lo sciopero della fame e della sete per chiedere una convocazione urgente del Parlamento in modo da discutere una soluzione al sovraffollamento degli istituti di pena. Ma stavolta il leader radicale non è rimasto da solo. Dagli uffici del partito, annunciano che oltre duemila sono state le adesioni all'iniziativa decisa per tentare di accendere i riflettori sull'emergenza carceri. Con i radicali, anche parlamentari del Pdl e del Pd. Ma questo non si traduce automaticamente in una convergenza bipartisan sulle misure da adottare. Parlando a SkyTg24, Pannella si mostra a dir poco dubbioso sulle intenzioni del ministro della Giustizia Nitto Palma, che giorni fa si è detto disposto a una riforma di depenalizzazione dei reati minori e riduzione del numero dei piccoli tribunali. "Il problema delle carceri - spiega il leader dei radicali italiani - è un'appendice dell'enorme problema della giustizia. Delle cose che propone oggi il ministro Nitto Palma sono almeno dieci anni che se ne parla". Per Pannella la soluzione restano "amnistia e indulto". Misure che in Parlamento fanno a dir poco fatica a trovare convergenze bipartisan. Ma è Ferragosto e domani esponenti politici di diversi partiti si recheranno a far visita a chi è detenuto nelle patrie galere. Il leader dell'Udc Pier Ferdinando Casini visiterà il carcere di Lecce e dalla sua pagina di Facebook "ringrazia i Radicali Italiani e Marco Pannella dal quale mi dividono tante cose ma a cui devo onestamente riconoscere una grande coerenza e passione civile, su questa e altre battaglie". Lo stesso ministro Nitto Palma si recherà al carcere di Regina Coeli. Mentre i Radicali Bonino, Bernardini, Stanzani, Staderini e Ciccarelli saranno a Rebibbia. "E' necessaria una sessione parlamentare ad hoc, prima che la situazione sfugga completamente da ogni controllo", dice Alberto Losacco, parlamentare del Pd, che domani si recherà in visita al carcere di Bari. Le carceri italiane ospitano 67mila detenuti contro i 45mila posti reali. Dall'inizio dell'anno sono state 38 le persone che si sono tolte la vita in carcere, calcolano i radicali.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Di Battista:risponderemo a colpi piazza a tentativo fermare M5s
Governo
Di Maio: no a Gentiloni o altro Avatar per salvare la banca Pd
Governo
Renzi al Pd esclude restare,Gentiloni tiene ma partita non chiusa
Governo
Speranza al Pd: indispensabile una scelta di discontinuità
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina