giovedì 08 dicembre | 01:39
pubblicato il 11/nov/2013 17:01

Carceri: Pd, no ai tagli al personale penitenziario

(ASCA) - Roma, 11 nov - ''I tagli del personale dell'amministrazione penitenziaria rischiano di acuire le sofferenze di un sistema gia' al collasso e che ripetutamente e' stato dichiarato a rischio di trattamenti disumani e degradanti''. Lo afferma Sandro Favi, responsabile carceri Pd.

''La piaga dei suicidi in carcere, come quella delle altre emergenze quotidiane, non possono tollerare lo smantellamento di presidi essenziali per la sicurezza e per la cura e il sostegno alle persone detenute. Il governo e il parlamento intervengano affinche' questo settore non venga privato di professionalita' essenziali. La mancanza di dirigenti, operatori dell'area rieducativa e sociale, di agenti della polizia penitenziaria, puo' pregiudicare gli interventi legislativi gia' avviati e quelli che verranno approntati nelle prossime settimane per contrastare il sovraffollamento e per rilanciare la funzione di reinserimento delle pene'', conclude Favi.

com-ceg

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fi
Fi, Berlusconi ricoverato. Zangrillo: stress, a breve dimesso
Pd
Pd, Orfini: ok sostegno militanti ma sia senza rabbia
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Governo
Consultazioni Mattarella fino a sabato, chiudono Fi M5s e Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni