sabato 03 dicembre | 13:02
pubblicato il 08/gen/2014 16:27

Carceri: Pd, manca fondamentale capitolo lavoro operatori

(ASCA) - Roma, 8 gen 2014 - ''Alla vigilia di un decisivo dibattito parlamentare sul risanamento ed il riequilibrio del sistema penitenziario italiano, manca il fondamentale capitolo delle risorse professionali che saranno impegnate a garantire la sicurezza, il senso di umanita' e la finalita' rieducativa della pena. Gli organici degli educatori penitenziari, degli psicologi e degli assistenti sociali per l'esecuzione delle misure alternative alla detenzione sono assolutamente carenti e saranno ancor piu' penalizzati dalle generali misure di riduzione del personale del pubblico impiego''. Lo dichiara in una nota Sandro Favi, responsabile nazionale carceri del Pd.

''I quadri del Corpo di Polizia penitenziaria continuano a soffrire di una insopportabile sperequazione di carriera rispetto a quelli omologhi delle altre Forze di polizia, mentre sono chiamati a governare un importante rinnovamento del modello di sicurezza negli istituti penitenziari.

Il piano carceri che dovra' assicurare ampliamenti e nuove strutture detentive non decolla, a causa delle evidenti insufficienze delle dotazioni organiche della Polizia penitenziaria. Perfino, la riduzione dell'assetto organizzativo dell'amministrazione penitenziaria si scarica sulle strutture decentrate, piuttosto che sull'apparato burocratico centrale, quando, invece, viene dichiarata la volonta' di un piu' stretto raccordo con le istituzioni civili e sociali sul territorio, per essere volano di un qualificato trattamento rieducativo dei detenuti e dei condannati in misura alternativa. E' inaccettabile, infine, che si protragga ancora l'incertezza sull'ordinamento professionale della dirigenza penitenziaria, che da quasi otto anni non trova compiuta definizione con un primo contratto nazionale di lavoro.

Il Governo apra il dossier delle professioni penitenziarie, affinche' sia credibile lo sforzo di restituire civilta' e dignita' al carcere ed al sistema sanzionatorio'', conclude Favi.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Riforme
Referendum, Renzi: con Mattarella italiani sono in ottime mani
Riforme
Referendum, Grillo: se perdiamo contro il mondo va bene lo stesso
Riforme
Referendum, Berlusconi: con voto a matita possibili i brogli
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari