sabato 21 gennaio | 19:03
pubblicato il 08/ott/2013 16:57

Carceri: Napolitano, rivedere perplessita' su atti di clemenza... (1upd)

(ASCA) - Roma, 8 ott - ''Ritengo che ora, di fronte a precisi obblighi di natura costituzionale e a un imperativo morale e giuridico per assicurare lo stato delle carceri, sia giunto il momento di rivedere le perplessita' sull'adozione di atti di clemenza generale''. Lo scrive il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, nel messaggio inviato alle Camere.

''Rilevo - scrive ancora il Capo dello Stato - che dal 1953 al 1990 sono intervenuti tredici provvedimenti con i quali e' stata concessa l'amnistia (sola o unitamente all'indulto). In media, dunque, per quasi quaranta anni sono state varate amnistie con cadenza inferiore a tre anni. Dopo l'ultimo provvedimento di amnistia (d.P.R. n. 75 del 1990) - risalente a ventitre' anni fa - e' stata, approvata dal Parlamento soltanto una legge di clemenza, relativa al solo indulto (legge n. 241 del 2006)''. Per il presidente Napolitano, ''le ragioni dell'assenza di provvedimenti di amnistia dopo il 1990 e l'intervento, ben sedici anni dopo tale data, del solo indulto di cui alla legge n. 241 del 2006, sono da individuare, oltre che nella modifica costituzionale che ha previsto per le leggi di clemenza un quorum rafforzato (maggioranza di due terzi dei componenti di ciascuna Camera), anche in una 'ostilita' agli atti di clemenza' diffusasi nell'opinione pubblica; ostilita' cui si sono aggiunti, anche in anni recenti, numerosi provvedimenti che hanno penalizzato - o sanzionato con maggior rigore - condotte la cui reale offensivita' e' stata invece posta in dubbio da parte della dottrina penalistica (o per le quali e' stata posta in dubbio l'efficacia della minaccia di una sanzione penale)''.

''Ritengo che ora, di fronte a precisi obblighi di natura costituzionale e all'imperativo - morale e giuridico - di assicurare un ''civile stato di governo della realta' carceraria'', sia giunto il momento di riconsiderare le perplessita' relative all'adozione di atti di clemenza generale'', rimarca Napolitano.

brm/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
M5s
Ue, Grillo: Alde? Si vergogni chi si è rimangiato la parola data
Fi
Fi: sostegno Berlusconi a Prodi? Accuse Salvini paradossali
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4