sabato 10 dicembre | 16:08
pubblicato il 09/ott/2013 11:40

Carceri: Gonnella (Antigone), introdurre reato tortura nel codice penale

Carceri: Gonnella (Antigone), introdurre reato tortura nel codice penale

(ASCA) - Roma, 9 ott - ''Siamo prigionieri delle vicende di Silvio Berlusconi, e per noi che denunciamo sistematicamente da anni la condizioni umane nelle carceri e' inaccettabile.

Non vogliamo e non dobbiamo essere strumentalizzati, vorremmo che le forze politiche tornassero ad avere una funzione pedagogica, e non cercare di prendere qualche voto in piu' parlando alla pancia della gente, La questione berlusconiana deve uscire dalla questione penitenziaria, si facciano le riforme, si facciano interventi di clemenza, si evitino condanne della corte costituzionale e, soprattutto si impediscono le ingiustizie nei confronti dei carcerati e si introduca il reato di tortura nel codice penale''. Cosi' il presidente di Antigone Patrizio Gonnella, che e' intervenuto a 'Prima di tutto' su Radio1.

red/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi verso ok a governo Gentiloni, ma su data voto è rebus
Governo
Seconda giornata consultazioni da Mattarella, Gentiloni in pole
Governo
Di Battista:risponderemo a colpi piazza a tentativo fermare M5s
Governo
Da Mattarella possibile incarico domenica, in pole c'è Gentiloni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina