mercoledì 18 gennaio | 17:21
pubblicato il 21/dic/2013 11:17

Carceri: Boldrini, no trattamenti degradanti. Fine e' rieducazione

Carceri: Boldrini, no trattamenti degradanti. Fine e' rieducazione

(ASCA) - Roma, 21 dic - ''Il carcere non puo' essere un luogo sovraffollato dove manca il minimo spazio fisico. Non puo' riservare un trattamento disumano e degradante come lo ha definito la Corte Ue per i diritti dell'uomo''. Lo ha affermato la presidente della Camera, Laura Boldrini, nel videomessaggio settimanale pubblicato sul sito di Montecitorio e sul blog della stessa presidente. ''I diritti dei detenuti - ha aggiunto Boldrini - vanno rispettati ma anche perche' e la societa' ha interesse anche per la propria sicurezza a recuperare le persone che hanno sbagliato''.

Insomma, ''dalle celle devono potere uscire a fine pena uomini e donne migliori di quelli che vi sono entrati e cio' accade solo se la detenzione non e' un tempo morto o peggio un abbrutimento, ma e' tempo, come dice la Costituzione, dedicato alla rieducazione'', ha concluso.

brm/vlm/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Ue
Presidenza Europarlamento: al ballottaggio Tajani e Pittella
Fca
Fca,Gentiloni a Merkel: omologazione spetta a autorità italiane
Terremoti
Terremoto, Boschi segue situazione. In contatto con Curcio e Errani
Ue
Gentiloni vola da Merkel, sul tavolo conti pubblici e caso Fca
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Alla Luiss il primo corso di alimentazione sostenibile
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina