lunedì 05 dicembre | 00:17
pubblicato il 09/ott/2013 18:44

Carceri: Boccuzzi (Pd), no amnistia per chi causa infortuni su lavoro

(ASCA) - Roma, 8 ott - ''Le carceri italiane scoppiano, la condizione di detenuti e operatori carcerari e' sempre piu' drammatica e trovare una soluzione e' doveroso, moralmente e giuridicamente. Non si puo' pero' pensare di risolvere la questione con l'ennesimo provvedimento generalizzato di amnistia o indulto. Anche perche' molti dei cittadini in carcere sono persone in attesa di giudizio, e quindi occorre prima di tutto intervenire per accelerare l'iter dei processi, e svuotare cosi' molte celle. Solo in seguito si possono ipotizzare altri provvedimenti, sicuramente pero' limitati ad alcune categorie di reati. Certo non dovranno rientrare nell'amnistia, nell'indulto o nella de-penalizzazione casi che riguardano infortuni sul lavoro, malattie professionali e disastri ambientali. Eternit, Ilva, Vajont, Petrolchimico di Marghera, migliaia di morti sul lavoro e centinaia di migliaia di infortuni in Italia devono essere un severo monito per il legislatore''. Lo dichiara Antonio Boccuzzi, deputato del Partito democratico ed esponente della commissione Lavoro.

com-ceg/cam/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum, affluenza boom alle urne: alle 19 è già al 57,24%
Riforme
Referendum,Centro-Nord spinge affluenza oltre 60%,Sud sotto il 50%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari