mercoledì 22 febbraio | 12:28
pubblicato il 08/ago/2013 15:57

Carceri: Berretta, provvedimento strutturale. Da' gia' suoi frutti

Carceri: Berretta, provvedimento strutturale. Da' gia' suoi frutti

(ASCA) - Roma, 8 ago - ''Non posso che esprimere soddisfazione per il lavoro fatto in questi mesi che ha portato al varo di un provvedimento strutturale che incentiva l'utilizzo della detenzione domiciliare, facilita la risocializzazione dei condannati attraverso il lavoro e si muove nella direzione di avere pene piu' umane ma non per questo meno rigorose e certe''. Lo afferma il sottosegretario alla Giustizia, Giuseppe Berretta, dopo l'approvazione definitiva del decreto sull'esecuzione della pena. ''Il provvedimento varato influira' in modo sostanziale sul drammatico sovraffollamento delle carceri. Le misure approvate - spiega il sottosegretario alla Giustizia - rappresentano infatti un passo decisivo, non solo per affrontare adeguatamente l'emergenza del sovraffollamento delle carceri, ma anche per garantire una condanna che rispetti quanto prescritto dalla carta costituzionale in tema di umanita' della pena'', ''Dai dati di cui dispone il ministero della Giustizia sugli ingressi dalla liberta' negli istituti penitenziari risulta che, solo nel primo mese di applicazione del decreto, circa 300 persone non sono entrate in carcere - sottolinea Berretta - si tratta di una conferma alle stime ministeriali che avevano previsto un impatto immediato e significativo sul sovraffollamento penitenziario''.

Secondo Berretta, ''e' stato raggiunto un punto di equilibrio tra le richieste di sicurezza dei cittadini e l'obiettivo del reinserimento sociale delle persone che hanno commesso reati''. ''Il lavoro e' stato individuato come lo strumento principale di rieducazione - aggiunge il sottosegretario - molto significativo e' l'ampliamento delle possibilita' di utilizzare, a titolo volontario e gratuito, i detenuti in lavori di pubblica utilita' e inoltre sono stati aumentati gli sgravi contributivi ed il credito di imposta per chi assume i detenuti e gli ex detenuti''. ''Infine, sono stati confermati i compiti assegnati al commissario straordinario del governo per le infrastrutture carcerarie, che potra' continuare nelle sue attivita' di manutenzione straordinaria, ristrutturazione, completamento e ampliamento delle strutture penitenziarie esistenti per aumentarne la capienza'', ha concluso.

com-brm/lus/rl

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nomina commissione congresso, Emiliano si candida a primarie
Consip
Di Maio: Renzi vuoti il sacco su donazione da Alfredo Romeo
Pd
Pd, Emiliano: non faccio a Renzi il favore della scissione
Pd
Di Maio (M5s): elettori Pd disorientati, guardano a noi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Verso candidatura cultura del tartufo a patrimonio Unesco
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Al via a Verona Transpotec: espositori in crescita + 20%