domenica 22 gennaio | 23:32
pubblicato il 17/gen/2014 12:00

Capigruppo Ncd-Sc-per L'Italia: "urgente summit maggioranza"

"No a crisi al buio a causa Pd, ok due turni e riforma Senato"

Capigruppo Ncd-Sc-per L'Italia: "urgente summit maggioranza"

Roma, 17 gen. (askanews) - I capigruppo parlamentari di Nuovo Centrodestra, Scelta Civica e per l'Italia hanno chiesto con un documento congiunto "un incontro urgente" sulla riforma elettorale e del Parlamento alla luce degli incontri del segretario del Pd Matteo Renzi, sottolineando come va raggiunto "prima un accordo nella maggioranza altrimenti il governo è appeso a un filo". I gruppi parlamentari del Nuovo centro destra, di scelta civica e dei popolari per l'italia - è scritto nella dichirazione congiunta firmata dai capigruppo Enrico Costa, Maurizio Sacconi, Andrea Romano, Gianluca Susta, Lorenzo Dellai e Lucio Romano- in ordine alle consultazioni che il Segretario del PD ha avviato sulla riforma della legge elettorale con tutte le forze politiche e in particolare con quelle di opposizione, ritengono urgente un incontro di maggioranza per evitare che il sottile equilibrio su cui si regge il Governo, anche per le tensioni interne al Pd stesso, provochi una crisi di Governo al buio". "Un passaggio così delicato come la riforma elettorale e la comune volontà di superare il bicameralismo paritario, che rallenta in maniera ormai inaccettabile l'efficacia dell'azione legislativa e di Governo - hanno sottolineato i capigruppo Ncd-Cs e pI- richiedono un'ampia intesa tra le forze di maggioranza il cui rapporto non può essere ritenuto essenziale solo per le difficili, quotidiane, a volte impopolari attività di governo". "Il doveroso confronto in Parlamento con tutte le forze politiche sulla riforma della legge elettorale e della Costituzione - hanno avvertito- non può infatti far venir meno la necessità di un preliminare accordo delle forze di maggioranza che si sono costituite proprio per guidare il Paese in una fase difficile di transizione attraverso le riforme necessarie". E in questo senso "i sottoscritti gruppi parlamentari ribadiscono la loro disponibilità , in tempi rapidissimi, a condividere con il Pd e successivamente discutere con le opposizioni un pacchetto di riforme che prevedano il superamento del bicameralismo paritario; una legge elettorale che garantisca rappresentanza delle culture politiche, governabilità e stabilità degli esecutivi, anche attraverso un modello di doppio turno; una significativa riduzione del numero dei parlamentari".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Governo
Gentiloni: D'Alema non aiuta la discussione, troppo polemico
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4