mercoledì 07 dicembre | 10:40
pubblicato il 17/gen/2014 12:00

Capigruppo Ncd-Sc-per L'Italia: "urgente summit maggioranza"

"No a crisi al buio a causa Pd, ok due turni e riforma Senato"

Capigruppo Ncd-Sc-per L'Italia: "urgente summit maggioranza"

Roma, 17 gen. (askanews) - I capigruppo parlamentari di Nuovo Centrodestra, Scelta Civica e per l'Italia hanno chiesto con un documento congiunto "un incontro urgente" sulla riforma elettorale e del Parlamento alla luce degli incontri del segretario del Pd Matteo Renzi, sottolineando come va raggiunto "prima un accordo nella maggioranza altrimenti il governo è appeso a un filo". I gruppi parlamentari del Nuovo centro destra, di scelta civica e dei popolari per l'italia - è scritto nella dichirazione congiunta firmata dai capigruppo Enrico Costa, Maurizio Sacconi, Andrea Romano, Gianluca Susta, Lorenzo Dellai e Lucio Romano- in ordine alle consultazioni che il Segretario del PD ha avviato sulla riforma della legge elettorale con tutte le forze politiche e in particolare con quelle di opposizione, ritengono urgente un incontro di maggioranza per evitare che il sottile equilibrio su cui si regge il Governo, anche per le tensioni interne al Pd stesso, provochi una crisi di Governo al buio". "Un passaggio così delicato come la riforma elettorale e la comune volontà di superare il bicameralismo paritario, che rallenta in maniera ormai inaccettabile l'efficacia dell'azione legislativa e di Governo - hanno sottolineato i capigruppo Ncd-Cs e pI- richiedono un'ampia intesa tra le forze di maggioranza il cui rapporto non può essere ritenuto essenziale solo per le difficili, quotidiane, a volte impopolari attività di governo". "Il doveroso confronto in Parlamento con tutte le forze politiche sulla riforma della legge elettorale e della Costituzione - hanno avvertito- non può infatti far venir meno la necessità di un preliminare accordo delle forze di maggioranza che si sono costituite proprio per guidare il Paese in una fase difficile di transizione attraverso le riforme necessarie". E in questo senso "i sottoscritti gruppi parlamentari ribadiscono la loro disponibilità , in tempi rapidissimi, a condividere con il Pd e successivamente discutere con le opposizioni un pacchetto di riforme che prevedano il superamento del bicameralismo paritario; una legge elettorale che garantisca rappresentanza delle culture politiche, governabilità e stabilità degli esecutivi, anche attraverso un modello di doppio turno; una significativa riduzione del numero dei parlamentari".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi vuole dalla direzione l'ok del Pd a elezioni anticipate
Governo
Renzi e Pd pronti a governo istituzionale: ma con numeri larghi
Governo
Udc esce da Ap di Alfano: nuovi gruppi contro voto anticipato
Governo
Bersani: Renzi vuole voto? Non si vince sulle macerie del Paese
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Robotica soft, macchine più versatili ispirate a piante e animali
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni