sabato 21 gennaio | 21:20
pubblicato il 29/ago/2014 14:42

Capezzone: contro crisi serve choc ma da Governo tasse e aspirine

Fumo propagandistico copre sbagliata politica economica Esecutivo (ASCA) - Roma, 29 ago 2014 - "I dati sul Pil sono un bollettino di guerra. E, allo stato, non c'e' purtroppo motivo di sperare in una prossima positiva inversione di tendenza". Lo dichiara in una nota Daniele Capezzone, Forza Italia, presidente della Commissione Finanze della Camera.

"Serviva e servirebbe ancora - osserva - uno choc positivo, ma invece dal Governo Renzi sono venute o piu' tasse (su casa e risparmio: dagli effetti devastanti) o inutili aspirine".

"La triste realta' e' che, ponendosi in una linea di continuita' con i precedenti governi di questi anni, dal Monti al Letta Uno al Letta Due, anche Renzi - osserva Capezzone - ha sbagliato politica economica, non essendo stato in grado di incidere su spesa e debito, e avendo aggravato il quadro fiscale".

(Segue) Pol/Bac

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4