martedì 21 febbraio | 13:54
pubblicato il 11/ott/2013 12:00

Cancellieri: giustizia-spettacolo è problema,misure entro 2 mesi

Ministro: processo civile e velocizzazione penale in riforma

Cancellieri: giustizia-spettacolo è problema,misure entro 2 mesi

Roma, 1 ott. (askanews) - Il ministro della Giustizia Anna Maria Cancellieri è convinta che "la giustizia spettacolo è un problema". "In questi anni - ha spiegato intervistata da Radio 24 - ci sono stati eccessi, momenti pesanti, ma non dimentichiamo quello che ha funzionato". Per quanto riguarda i casi di malagiustizia "Tortora è il caso che ha fatto più male, il primo e il più doloroso. Poi ce ne sono stati altri, ma non facciamo nomi". La violazione del segreto istruttorio è un problema? "Sì, lo è" ha risposto spiegando con una battuta che è più 'facile' guidare "i prefetti che sono gerarchizzati" piuttosto dei magistrati. La riforma della giustizia riguarderà "carceri, processo civile e velocizzazione processo penale. Su questi temi faremo molto presto, un mese, due mesi per approntare alcuni provvedimenti e alcune leggi delega nel settore" ha concluso.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Enrico Letta: Pd non può finire così, attonito da cupio dissolvi
Pd
Ultime ore per arginare la scissione nel Pd, occhi su Emiliano
Pd
Rossi: io già fuori dal Pd, spero Emiliano sia conseguente
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ictus, movimento e linguaggio tra le funzioni più colpite
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Olio extravergine, a Sol d'Oro Emisfero Nord Italia batte Spagna 12 a 3
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia