lunedì 16 gennaio | 11:53
pubblicato il 23/feb/2012 15:00

Camere/ Ricerca 'Democrazia 2.0': Solo 55% parlamentari sul web

E soltanto uno su cinque è presente su Facebook e Twitter

Camere/ Ricerca 'Democrazia 2.0': Solo 55% parlamentari sul web

Roma, 23 feb. (askanews) - Solamente il 55% dei parlamentari è presente su Internet, con una differenza di circa 10 punti tra Camera e Senato. E appena uno su cinque è presente sui social network, come Facebook e Twitter, contro il 70% dei colleghi statunitensi. E' quanto emerge dalla ricerca "Democrazia 2.0: Parlamento, parlamentari, sistema elettorale" presentata alla Camera dei Deputati. La ricerca ha permesso di monitorare per circa un mese la presenza e l'attività degli onorevoli sul Web. Sara Bentivegna, direttore della ricerca, ha illustrato i risultati: "I parlamentari italiani hanno scoperto il fascino di Facebook prima e ora di Twitter: stanno emigrando dal web 1.0 al 2.0. C'è da chiedersi per quale ragione lo stiano facendo e quale sia effettivamente la funzione esercitata da queste piattaforme digitali. Da quello che emerge dalla nostra ricerca i parlamentari utilizzano le opportunità di queste piattaforme soprattutto per la autopromozione e anche autocelebrazione". Dalla ricerca emerge che Facebook risulta ancora la piattaforma più utilizzata. Il Pd e i partiti minori sono i più tecnologici. Quasi il 70% degli esponenti del Partito democratico, infatti, è on line, mentre per il Pdl ci si ferma al 46%. Dal 2012, 198 parlamentari risultano iscritti a Twitter con un incremento di oltre l'85%, rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. L'Italia dei Valori è invece il partito che ha adottato Twitter con maggiore convinzione, e il primo a utilizzarlo fu proprio Antonio Di Pietro. Benedetto Della Vedova, parlamentare di Futuro e Libertà, è un convinto sostenitore dell'importanza di Internet per chi fa politica. "Il web è ormai una piattaforma di lavoro fondamentale di informazione, di acquisizione di notizie, e anche una piattaforma per veicolare le informazioni. Non sono un utente compulsivo per quanto riguarda la comunicazione, però come si dimostra anche dalla ricerca sempre più il web è uno dei luoghi dove si fa politica, dove si ottiene un feedback dagli elettori, dai simpatizzati e anche dagli antipatizzanti".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Bersani: Renzi non ha capito lezione, così si sbatte di nuovo
Fca
Fca, Delrio: richiesta Germania a Ue del tutto irricevibile
Governo
Alfano: elezioni? Avanti finchè c'è carburante, senza psicodrammi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Il prototipo della nuova Civic Type R debutta al Salone di Tokyo
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
On line il sito del Fondo Astoi a tutela dei viaggiatori
Energia e Ambiente
Energia, Bellanova: Italia con Enea all'avanguardia internazionale
Lifestyle
Superenalotto, sabato jackpot a 74,7 milioni di euro
Scienza e Innovazione
Spazio, prima passeggiata spaziale per il francese Thomas Pesquet
TechnoFun
Arriva Switch, la nuova console trasformista di Nintendo
Sistema Trasporti
Metro C, online il nuovo portale sull'opera con diretta sui lavori