martedì 28 febbraio | 13:56
pubblicato il 14/mag/2013 20:14

Camera: Pdl,''da Boldrini due pesi e due misure''. Scintille in aula

Camera: Pdl,''da Boldrini due pesi e due misure''. Scintille in aula

(ASCA) - Roma, 14 mag - Scintille in aula fra il Pdl ed il presidente Laura Boldrini, accusata di non aver condannato l'atteggiamento dei militanti di Sel durante la manifestazione del Pdl a Brescia. L'intervento piu' duro e' stato quello del capogruppo Pdl, Renato Brunetta, che rivolgendosi al presidente ha incalzato: ''Io a Brescia c'ero, ho visto gli insulti dei militanti del suo partito, Sel, ho visto le bandiere e i teppisti sotto bandiere di Sel come li hanno visti tutti gli italiani. Ho visto i militanti di Sel che insultavano e impedivano lo svolgimento di una manifestazione autorizzata''. ''Non ho sentito'' da parte del presidente Berlusconi ''insulti alla magistratura. Nei giorni successivi, pero', non ho visto una sua presa di distanza'' da questi episodi. ''Lei ha due pesi e due misure per le manifestazioni di solidarieta'''.

Immediata la replica del presidente Boldrini che ha ricordato come ''circa le richieste di solidarieta' verso le deputate del Pdl insultate in quanto donne il presidente si e' gia' pronunciato e assicura di essere attenta a questo tema. Non si puo' tuttavia ritenere che il presidente debba intervenire per solidarizzare e condannare in relazione a tutti gli episodi che attengono allo svolgimento di attivita' politica e di partito.

Finirebbe inesorabilmente per finire nell'agone politico a danno del suo ruolo di garanzia, indispensabile''.

Poco piu' tardi, la controreplica di Brunetta affidata a una nota: ''La presidente Boldrini mi ha dedicato una risposta elusiva. Il Popolo della liberta' non chiede alla sua alta autorita' istituzionale la ''difesa dei partiti', come lei ha sostenuto. Abbiamo chiesto la tutela della liberta' di manifestazione politica. E la condanna di cio' che la ostacola o la comprime, con violenza fisica e verbale, com'e' accaduto a Brescia. Non le ho chiesto di esprimere un'opinione favorevole al mio partito, figuriamoci, ma di difendere la democrazia e le sue espressioni che passano attraverso i partiti, e che alcuni partiti - in questo caso anche quello della Boldrini - turbano e cercano di impedire''.

''Sel e 5 Stelle citano sempre la Costituzione - conclude - salvo tradirla su punti decisivi. C'e' l'articolo 17 della nostra Carta fondamentale che dice: 'I cittadini hanno diritto di riunirsi pacificamente e senz'armi'. A Brescia eravamo radunati pacificamente e senz'armi. Altri, e le loro bandiere ne ha rivelato l'identita', hanno cercato di impedire questo raduno pacifico. L'afasia della presidente della Camera sul punto e' inquietante e foriera di gravi conseguenze per la pace sociale''. com-gar/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrodestra
Zaia a Berlusconi: io candidato premier? E' una manfrina
Centrodestra
Salvini gela Berlusconi: no a Zaia leader e a doppia moneta
Pd
Pd, D'Alema: attacchi Renzi? Non vorrei alimentare ossessioni
Pd
Orlando: non si può ridurre scissione Pd a manovra di D'Alema
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ricerca, nanocubi per la diagnosi precoce di Alzheimer e Parkinson
Motori
La Turbo S E-Hybrid diventa modello più potente Porsche Panamera
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Favara: apre l'Alba Palace: quattro stelle di cultura e tradizione
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
SpaceX invierà due turisti spaziali attorno alla Luna a fine 2018
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech