mercoledì 25 gennaio | 00:41
pubblicato il 06/dic/2013 19:23

Camera: M5S, stop a video e' censura. Modifica regolamento contro di noi

(ASCA) - Roma, 6 dic - ''Il divieto, anche per i parlamentari, di fare riprese in Aula e' l'ennesimo, ulteriore, caso e dimostrazione di una politica che censura, si trincera nella sua torre d'avorio e non accetta di essere sottoposta al giudizio dei cittadini''. Lo dichiara il Gruppo del Movimento 5 Stelle alla Camera commentando la proposta di modifica del regolamento a Montecitorio presentata dai questori Stefano Dambruoso (Scelta Civica), Gregorio Fontana (Fi) e Paolo Fontanelli (Pd).

''Gli schieramenti politici, per una volta, ritrovano compattezza e unita' d'intenti nel segno di una norma che e' chiaramente rivolta contro il Movimento - scrivono in una nota -. Evidentemente il fatto di essere ripresi e svelati, di essere sottoposti a controllo vero e diretto, e' per loro troppo doloroso. E quindi fanno scattare la censura. Solo contro i video pero': quando si tratta di aggressioni fisiche e verbali rivolte contro di noi, l'atteggiamento della casta e' di una morbidezza che supera il limite della provocazione''.

Quindi proseguono: ''Tra l'altro, il questore Gregorio sulla vicenda afferma che 'stavamo maturando l'idea gia' da tempo, anche per via di alcuni episodi avvenuti in commissione Cultura'. Ora, Gregorio cita la commissione Cultura senza ricordare i fatti avvenuti. E allora ci pensiamo noi: in quella sede, alcune settimane fa, e' avvenuto un fatto che ha scatenato polemiche: quando e' giunto il momento di votare gli emendamenti al Decreto Valore Cultura, quelli del M5S e delle altre opposizioni sono stati bocciati, per alzata di mano, alla velocita' della luce: uno ogni due secondi. Questo significa che i provvedimenti sono stati scartati senza entrare nel merito, senza valutare se potessero essere costruttivi, importanti, o altro. Via, carta straccia. Il tutto e' stato immortalato attraverso un video girato da un nostro deputato. Ecco di cosa si vergognano i signori: di aver visto smascherato un ridicolo meccanismo della politica che fino a ieri non era accessibile ai cittadini''.

''I signori del falso perbenismo con questo atto, dimostrano la loro vera natura che non ha nulla a che fare con concetti quali 'trasparenza' e 'casa di vetro''', concludono i deputati del M5S. com-sgr/mau/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Grillo imbavaglia i suoi: parlate se autorizzati o andate via
Pd
Fassino: un giovane Prodi? Il Pd un leader ce l'ha già
Governo
A P.Chigi summit Gentiloni e ministri su sicurezza-immigrazione
M5s
Grillo a eletti M5s: siete portavoce, linea la decidono iscritti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, ok Camera a mozione contro l'abuso di antibiotici

Roma, 24 gen. (askanews) - "Approvata dalla Camera la nostra mozione contro la resistenza agli antibiotici, un fenomeno che, di questo passo, entro il 2050 potrebbe diventare...

Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4