mercoledì 22 febbraio | 05:31
pubblicato il 09/lug/2014 17:35

Camera: domani Boldrini a commemorazione per giudice Vittorio Occorsio

(ASCA) - Roma, 9 lug 2014 - ''La Presidente della Camera, Laura Boldrini, partecipera' domani 10 luglio alle ore 18 alla commemorazione ufficiale per il 38* anniversario dell'uccisione del giudice Vittorio Occorsio. Alla cerimonia, che si svolgera' a Roma in Villa Leopardi, nei pressi del luogo dell'attentato terroristico, parteciperanno anche il Procuratore generale presso la Corte d'Appello di Roma, Luigi Ciampoli, e il presidente emerito della Corte Costituzionale, Giovanni Maria Flick''. E' quanto si legge in una nota dell'ufficio stampa della Camera.

''Il giudice Occorsio, 47 anni, sposato e con due figli, fu ucciso la mattina del 10 luglio 1976 mentre si recava in ufficio, da un commando dell'organizzazione neofascista Ordine Nuovo che lui aveva messo sotto processo per attivita' terroristica. In precedenza il magistrato era stato titolare di altre inchieste scottanti, dal caso Sifar alla strage di Piazza Fontana fino alla P2'', conclude il comunicato.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nomina commissione congresso, Emiliano si candida a primarie
Consip
Di Maio: Renzi vuoti il sacco su donazione da Alfredo Romeo
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Pd
Speranza: Emiliano resta nel Partito di Renzi, noi no
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia