sabato 25 febbraio | 04:15
pubblicato il 29/lug/2013 13:23

Camera: Da inizio legislatura 59 sedute Aula per oltre 300 ore di lavoro

Camera: Da inizio legislatura 59 sedute Aula per oltre 300 ore di lavoro

+++Dopo 9 anni ripreso question time con presidente del Consiglio+++.

(ASCA) - Roma, 29 lug - Alla Camera dei deputati dall'inizio della legislatura si sono svolte 59 sedute di Assemblea per oltre 300 ore di lavoro. Sono state approvate in via definitiva 8 leggi (4 disegni di legge di conversione, 3 ratifiche, 1 legge istitutiva di una commissione parlamentare d'inchiesta), cui si aggiungono 6 disegni di legge di conversione di decreti legge, in corso di esame, ed altri provvedimenti il cui iter sara esaurito nei prossimi giorni.

Sono dati che sono stati messi a disposizione in occasione dell'incontro con la stampa della presidente Laura Boldrini in occasione della cerimonia della consegna del Ventaglio prima della pausa estiva.

E' sottolineato come sia stato riavviato, nell'ambito delle attivita' di sindacato ispettivo in Aula, la presenza del presidente del Consiglio al question time.

Al lavoro dell'Aula si e affiancato quello delle Commissioni permanenti che presenta profili di notevole intensita'. In particolare si registra, rispetto al passato, un incremento del numero delle sedute e dei tempi di lavoro dedicati allo svolgimento dell'attivita legislativa in sede referente, nonche' dell'attivita' di sindacato ispettivo. Si osserva, inoltre, un incremento dell'attivita' concernente l'espressione di pareri e di rilievi su atti del Governo, confermandosi cosi la tendenza gia iniziata nel corso della XVI legislatura. Si amplia significativamente il tempo dedicato alle procedure comunitarie, nonche quello dedicato all'attivita' conoscitiva.

Per quanto riguiarda la pubblicita delle audizioni informali, con un parere della Giunta per il Regolamento e' stato previsto, in via sperimentale, che ciascuna Commissione possa disporre, d'intesa con la Presidenza della Camera, la trasmissione sulla web tv delle sedute dedicate ad audizioni informali. Si rende, cosi, conoscibile da parte dei cittadini uno degli strumenti attraverso i quali il Parlamento raccoglie elementi di informazione e di conoscenza. Questa possibilita si aggiunge a quella gia prevista per le Commissioni di trasmettere: . le sedute dedicate alle interrogazioni a risposta immediata.

. le audizioni formali (ovvero quelle previste dal Regolamento e nell'ambito delle indagini conoscitive) Anche i lavori delle Commissioni monocamerali di inchiesta, nonche delle Commissioni bicamerali o delle Commissioni riunite di Camera e Senato, possono essere trasmessi sulla web tv e sul canale satellitare.

PROCESSO DI RIFORMA DEL REGOLAMENTO.

Fin dall'avvio della legislatura si e' posta la questione di procedere ad una riforma del Regolamento per adeguarne i contenuti e per rendere piu' chiare e comprensibili a tutti le regole di funzionamento del Parlamento e della dialettica democratica. L'obiettivo dell'intervento e' quello di una piena valorizzazione del Parlamento e del suo ruolo, nell'ambito del sistema costituzionale, e di un raccordo della sua azione con le esigenze della societa' civile.

Il procedimento di riforma e' stato immediatamente avviato nell'ambito della Giunta per il Regolamento: dopo la relazione della Presidente, il 30 maggio e' stato nominato un Gruppo di lavoro composto da 8 deputati in rappresentanza di tutti i Gruppi presenti in Giunta, con il compito di redigere un testo, da sottoporre prima alla Giunta stessa e poi all'Assemblea.

Gli obiettivi del processo di riforma sono: . revisione delle procedure legislative, nel senso di una loro razionalizzazione e snellimento, rendendo le stesse piu trasparenti, spedite e comprensibili per l'opinione pubblica.

. realizzazione, in questo quadro, di un rapporto piu efficiente tra Aula e Commissioni, in funzione di una loro rinnovata centralita, assicurando tempi certi e adeguati ad ogni fase d'esame.

. miglioramento della qualita' della legislazione.

. miglioramento della funzione di controllo parlamentare.

. rafforzamento delle garanzie delle opposizioni.

. realizzazione di un piu efficace raccordo tra Parlamento e societa civile, garantendo un effettivo e tempestivo seguito parlamentare alle proposte di legge dfiniziativa popolare, dando risposte alle istanze dei cittadini e potenziando le possibilita di ascolto del Parlamento.

I testi di riforma del Regolamento saranno perfezionati nelle prossime settimane, con l'obiettivo di giungere a proporre soluzioni nel modo piu condiviso possibile dopo l'estate.

com-min

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrosinistra
D'Alema: con Orlando segretario Pd si riaprirebbe dialogo
Ncd
Alfano: i moderati tornino uniti contro il populismo
Governo
Guerini: assurdo legare data primarie Pd a elezioni politiche
Campidoglio
Grillo: forza Virginia, giornalisti rispettino privacy Raggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech