martedì 24 gennaio | 13:07
pubblicato il 22/lug/2014 14:07

Camera: commissione 'Internet Bill of rights', prima riunione 28 luglio

(ASCA) - Roma, 22 lug 2014 - Prende il via la Commissione di studio promossa dalla presidente della Camera, Laura Boldrini, per elaborare principi e linee guida in tema di garanzie, diritti e doveri per l'uso di Internet. E' quanto si legge in un comunicato stampa di Montecitorio, dove si fa sapere che la prima riunione della commissione di studio si terra' il prossimo lunedi' 28 luglio e si rendono noti i nomi dei componenti. I deputati che ne faranno parte sono Davide Caparini (LNA), Paolo Coppola (Pd), Diego De Lorenzis (M5S), Pasquale Maietta (FdI-An), Mario Marazziti (PI), Gennaro Migliore (Misto), Giovanni Paglia (Sel), Antonio Palmieri (FI-Pdl), Stefano Quintarelli (Sci), Paolo Tancredi (Ncd).

Nominati anche i membri non parlamentari: dott. Luca De Biase, prof. Emilio De Capitani, prof. Juan Carlos De Martin, prof.ssa Giovanna De Minico, prof.ssa Anna Ferraris, ing.

Giuseppe Amedeo Marino, dott. Salvo Mizzi, dott. Marco Pierani, dott.ssa Antonia Giulia Pizzaleo, prof. Stefano Rodota', dott. Massimo Russo, ing. Stefano Trumpy, dott.ssa Lorella Zanardo. Nella nota si ricorda che l'iniziativa fa seguito ad alcuni incontri e seminari svolti proprio alla Camera dei deputati su questi temi. Anche in ambito internazionale vi sono stati recentemente significativi interventi al riguardo, tra cui ad esempio l'approvazione in Brasile della legge cosiddetta ''Marco Civil'' nell'aprile scorso, le sentenze della Corte di Giustizia dell'Unione europea dell'8 aprile e del 13 maggio 2014, la Raccomandazione del Consiglio d'Europa anch'essa dell'aprile scorso. Tutto cio' si aggiunge naturalmente alle molte iniziative provenienti dalla societa' civile che in questi ultimi anni si sono mosse nella direzione della elaborazione di un vero e proprio ''Internet Bill of rights''.

Le proposte che la Commissione elaborera' saranno sottoposte ad una consultazione pubblica per assicurare una partecipazione piu' larga possibile alla definizione di un testo finale.

I primi risultati saranno sottoposti altresi' all'attenzione dei partecipanti alla riunione interparlamentare sui diritti fondamentali che si terra' proprio alla Camera il 13 e 14 ottobre 2014 nel corso del semestre di presidenza italiana del Consiglio dell'Unione europea e che vedra' la partecipazione dei Parlamenti di tutti e 28 gli Stati membri dell'Unione europea. Le conclusioni del lavoro della Commissione saranno quindi messe a disposizione delle commissioni permanenti della Camera.

com-sgr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Di Maio: né Salvini né Meloni, non facciamo alleanze
L.elettorale
Grillo: legge elettorale sarà quella che deciderà la Consulta
Pd
Fassino: un giovane Prodi? Il Pd un leader ce l'ha già
L.elettorale
Partiti attendono Consulta su Italicum. Già divisi sul day-after
Altre sezioni
Salute e Benessere
Al via Peter Baby Bio, progetto toscano per omogeneizzati Km zero
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: strategia Ue premessa solido sviluppo attività
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4