sabato 03 dicembre | 01:45
pubblicato il 09/ago/2013 19:34

Camera: Boldrini, va avanti politica di sobrieta' e rigore

Camera: Boldrini, va avanti politica di sobrieta' e rigore

(ASCA) - Roma, 9 ago - ''Nuovi risparmi, maggiore trasparenza''. Il presidente della Camera, Laura Boldrini, ha affidato ad una dichiarazione la propria soddisfazione per le novita' in materia di trasparenza ed risparmi varate oggi dall'Ufficio di Presidenza di Montecitorio che, in collaborazione con l'Amministrazione, ''ha dato oggi un altro segnale chiaro di voler portare avanti la politica di sobrieta' e di rigore gia' iniziata con le decisioni prese all'inizio della legislatura, nell'intento di recuperare un rapporto di fiducia con l'opinione pubblica''. ''Si dovevano decidere, dopo i numerosi incontri avuti con le organizzazioni sindacali dei dipendenti, i primi interventi sul trattamento del personale di Montecitorio.

Sull'indennita' di funzione - ha spiegato il presidente Boldrini - abbiamo adottato tagli che vanno dal 70 per cento per gli incarichi di vertice al 30 per cento per i ruoli di coordinamento inferiori. Il risultato complessivo e' un altro milione di euro all'anno, che si va ad aggiungere ai 9 milioni gia' tagliati nelle prime settimane della legislatura, con interventi sul mio stipendio, sulle spese di segreteria della Presidenza e degli altri titolari di cariche interne, sulle indennita' di questi ultimi, sui contributi ai gruppi parlamentari''. ''Assieme al risparmio - ha aggiunto - anche un'importante risposta alla forte domanda di trasparenza che viene dall'opinione pubblica: sul sito della Camera verrannopubblicate le tabelle con le retribuzioni delle diverse categorie di dipendenti, la distribuzione del personale per qualifiche e per fasce d'eta' ed inoltre, a settembre, i curricula dei vertici dell'Amministrazione e dei responsabili dei servizi. La decisione servira' a far conoscere meglio un'Amministrazione di grande competenza, di cui non si sa abbastanza''.

Il presidente Boldrini ha poi assicurato che ''gli interventi non si esauriscono di certo qui. Stiamo procedendo ad una razionalizzazione dei servizi, mediante l'attivazione di ogni possibile sinergia con il Senato. E, sempre d'intesa col Senato, i nostri Questori stanno lavorando alla proposta di intervento sul trattamento economico dei parlamentari. Per un esito positivo al riguardo - ha ammesso Boldrini - sara' fondamentale avere la massima collaborazione dei partiti, che mi auguro non manchera'.

''Questo - ha concluso - e' un primo bilancio, dopo nemmeno 5 mesi di legislatura. Un approccio realistico, fattivo, concreto: vale 10milioni, intanto. E' l'unica risposta seria - ne sono sempre piu' convinta - alle richieste che vengono dai cittadini, che non possono essere nutriti in continuazione con proclami tanto roboanti quanto sterili. Le riforme si fanno cosi', un passo dopo l'altro, con tenacia''.

com-brm/cam/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Renzi: brogli voto estero? Film che ritorna da chi teme sconfitta
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Renzi: col Sì Italia più forte in Ue su crescita e immigrazione
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari