martedì 24 gennaio | 18:45
pubblicato il 09/giu/2014 19:14

Camera: Boldrini incontra presidente Parlamento Moldova

Camera: Boldrini incontra presidente Parlamento Moldova

(ASCA) - Roma, 9 giu 2014 - La Presidente della Camera dei deputati, Laura Boldrini, ha ricevuto oggi il Presidente del Parlamento della Repubblica di Moldova, Igor Corman, accompagnato da una delegazione parlamentare. Tra i temi al centro del colloquio, rende noto un comunicato, le prospettive di avvicinamento all'Europa della Moldavia, con l'imminente firma dell'Accordo di Associazione con l'Unione europea. ''Si tratta di una tappa fondamentale sia per il Suo Paese che per l'Europa intera'', ha detto la Presidente Boldrini: ''con l'ormai prossima sottoscrizione dei rispettivi accordi da parte della Moldavia, della Georgia e dell'Ucraina, si rafforzeranno i legami e gli scambi con tre Stati fondamentali ai confini orientali dell'Unione''.

''La Repubblica di Moldova'', ha aggiunto la Presidente, ''ha saputo avere, in questo contesto, un approccio attento e responsabile: nonostante l'attuale situazione geopolitica nell'area e le tensioni in alcune zone del Paese, vuole dimostrare, attraverso il dialogo, che un consolidamento dei rapporti con l'Europa non implica necessariamente una rottura delle relazioni con la Federazione russa''.

Nel fare riferimento all'importante comunita' moldava in Italia, tra le piu' grandi al mondo, la Presidente Boldrini ha voluto ricordare non solo il ruolo di ponte tra i due Paesi svolto dai migranti moldavi, ma anche il loro fondamentale contributo al sistema sociale italiano: ''senza il sacrificio di tante donne moldave, che hanno lasciato i propri figli a casa, molte lavoratrici italiane faticherebbero ancora di piu' nel conciliare la propria professione con le attivita' domestiche''. Infine, pur sottolineando i benefici che gli investimenti europei ed italiani hanno e potranno avere in Moldavia, la Presidente Boldrini ha messo in guardia dalle delocalizzazioni selvagge, tese solo a generare maggiori profitti a discapito della tutela dei diritti dei lavoratori sia nel Paese d'origine delle aziende, che in quelli dove si decide di basare per intero o in parte la produzione industriale.

com-fdv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Fassino: un giovane Prodi? Il Pd un leader ce l'ha già
Governo
A P.Chigi summit Gentiloni e ministri su sicurezza-immigrazione
L.elettorale
Partiti attendono Consulta su Italicum. Già divisi sul day-after
M5s
Grillo a eletti M5s: siete portavoce, linea la decidono iscritti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Al via Peter Baby Bio, progetto toscano per omogeneizzati Km zero
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4