domenica 04 dicembre | 15:34
pubblicato il 27/mag/2013 13:56

Camera: al via operazione trasparenza, online tagli e spese Palazzo

Camera: al via operazione trasparenza, online tagli e spese Palazzo

(ASCA) - Roma, 27 mag - Prosegue l'operazione trasparenza messa in atto dalla presidenza della Camera dei Deputati.

Grazie ad una nuova sezione sul sito web di Montecitorio, i cittadini hanno da oggi la possibilita' di 'spulciare' i bilanci della Camera, conoscere nel dettaglio le vari voci di spesa per la gestione del Palazzo e informarsi su quanto fatto fin qui sulla strada del contenimento dei costi. In questa particolare sezione vengono ricordati gli interventi, per 5,5 milioni di euro, sulle attribuzioni per i parlamentari titolari di cariche interne, a cominciare dall'abolizione degli alloggi previsti per il Presidente della Camera, per i Vicepresidenti e per i deputati Questori.

Altre voci degne di nota sono la riduzione del 30% degli importi delle indennita' di carica, la soppressione dei rimborsi per le spese telefoniche, la riduzione del 25% della spesa per il personale delle segreterie e la soppressione dei fondi forfetari di rappresentanza previsti per i singoli titolari di cariche interne.

Inoltre gli stanziamenti complessivi per le spese di rappresentanza effettuabili da deputati titolari di cariche per finalita' istituzionali nell'esercizio delle loro funzioni sono stati ridotti del 50 per cento rispetto agli importi precedenti. Tali spese saranno rimborsabili, ove rientranti nelle tipologie previste, sulla base di apposita rendicontazione. Accanto a questo sono state ridefinite in senso restrittivo le regole di utilizzo delle autovetture di servizio da parte dei deputati titolari di cariche interne.

Il Presidente della Camera, inoltre, ha operato una riduzione pari a circa il 30 per cento del suo trattamento economico complessivo.

Parallelamente a queste misure, la presidenza della Camera ha spinto per interventi sostanziali sul contributo finanziario ai gruppi parlamentari. Interventi che hanno portato ad una riduzione di 3 milioni di euro del fondo unico e onnicomprensivo a favore dei gruppi parlamentari per il 2013, analogo risparmio sara' riportato anche per il 2014 e il 2015. Inoltre, a partire dalla XVII legislatura e' entrata pienamente a regime la nuova disciplina dei gruppi parlamentari volta ad assicurare la pubblicita' e il controllo sui rendiconti interni: una societa' di revisione certifichera' i rendiconti; il finanziamento a carico del bilancio interno sara' erogato solo in caso di accertata regolarita'.

brm/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari