giovedì 08 dicembre | 21:51
pubblicato il 09/ott/2013 12:00

Camera accorcia a fine anno durata commissariamenti Province

Senza riordino entro il 31 dicembre saranno rinnovati i Consigli

Camera accorcia a fine anno durata commissariamenti Province

Roma, 9 ott. (askanews) - Con l'approvazione dela nuova legge contro il femmincidio l'aula di Montecitorio ha approvato anche la riduzione da giugno 2014 a fine 2013 dei commissariamenti delle Province, frutto dei decreti dei governo Monti e Letta che hanno disposto di commissariare e non rieleggere le Province, in attesa della loro abolizione con legge costituzionale o riordino delle funzioni. Se dunque entro l'anno non ci saranno nuovi e defenitivi interventi sulle Province, si dovrà procedere a nuove elezioni nelle Province. La norma, inserita nella legge di conversione del decreto omnibus su materia di competenza del ministero dell'Interno, passa ora all'esame del Senato per il varo definitivo.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni