sabato 21 gennaio | 16:29
pubblicato il 09/lug/2014 12:00

Cambia lo Ior, gestione patrimonio a Vatican Asset Management

"von Freyberg non è in grado di dedicarsi a tempo pieno allo Ior"

Cambia lo Ior, gestione patrimonio a Vatican Asset Management

Città del Vaticano, 9 lug. (askanews) - Cambia lo Ior, l'Istituto per le Opere di Religione. Nei prossimi tre anni, ha reso noto il cardinale George Pell, prefetto della Segreteria per l'Economia, saranno cambiati gli statuti con l'obiettivo, tra l'altro, di "spostare gradualmente la gestione del patrimonio a un nuovo e centrale Vatican Asset Management", e "concentrare le attività dello Ior sulla consulenza finanziaria e sui servizi di pagamento per il clero, le congregazioni, diocesi e impiegati laici del Vaticano". "Nel corso dei prossimi tre anni - si legge in una nota presentata da Pell - gli Statuti dello Ior saranno rivisti e le attività saranno ridisegnate, seguendo tre priorità strategiche: Rafforzare il business dello Ior; Spostare gradualmente la gestione del patrimonio a un nuovo e centrale Vatican Asset Management (VAM), al fine di superare la duplicazione degli sforzi in questo campo tra le istituzioni Vaticane; Concentrare le attività dello Ior sulla consulenza finanziaria e sui servizi di pagamento per il clero, le congregazioni, diocesi e impiegati laici del Vaticano". "Dopo la conferma della missione della Ior da parte del Santo Padre il 7 aprile 2014 e sotto la guida del Segreteria per l'Economia e del Consiglio per l'Economia, lo Ior ha annunciato il piano per la prossima fase di sviluppo", recita la nota. "Il Consiglio dei Cardinali del Santo Padre (C9), la Segreteria per l'Economia, la Commissione di Vigilanza dei Cardinali e l'attuale Consiglio di Sovrintendenza dello IOR hanno deciso congiuntamente che questo piano deve essere svolto da un nuovo gruppo dirigente guidato da Jean-Baptiste de Franssu". "Lo Ior è in una fase di transizione pacifica. La prima fase delle riforme, guidata da Ernst von Freyberg, è stata completata. Sono stati fatti eccellenti passi avanti attraverso l'adesione agli standard internazionali; la trasparenza che ne è conseguita è evidente nella seconda relazione annuale che è stata completamente revisionata da Deloitte. E' stato messo in atto un nuovo sistema di anti-riciclaggio e si continua a fare ogni sforzo per conformarsi alla disciplina attuale. Il reparto di Compliance interno, coadiuvato da Promontory, ha esaminato attentamente 18.000 clienti. La leadership di Von Freyberg ha preparato il campo per l'inizio della prossima fase guidata dal presidente eletto Jean-Baptiste de Franssu che si dedicherà a tempo pieno al suo nuovo compito. A causa di altri impegni, il presidente von Freyberg non è in grado di dedicarsi a tempo pieno allo Ior".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
M5s
Ue, Grillo: Alde? Si vergogni chi si è rimangiato la parola data
Fi
Fi: sostegno Berlusconi a Prodi? Accuse Salvini paradossali
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4