martedì 28 febbraio | 11:36
pubblicato il 05/mag/2014 09:49

Calcio: Alfano, Daspo a vita per tifosi violenti

Calcio: Alfano, Daspo a vita per tifosi violenti

(ASCA) - Roma, 5 mag 2014 - ''Daspo a vita'' per i tifosi piu' violenti. Lo propone in una intervista a La Stampa Angelino Alfano, ministro dell'Interno, dopo quanto successo sabato sera allo stadio Olimpico di Roma in occasione della finale di Coppa Italia. ''Mi rendo conto che la proposta e' molto forte e dura - spiega Alfano - stiamo pur sempre parlando di misure di polizia: renderle eterne e' difficile, ma la mia idea e' che occorre inasprire le misure contro i violenti. Ad esempio raddoppiando il Daspo in caso di recidiva. Oggi e' 5 anni piu' 5; si potrebbe fare 5 piu' 10. Va poi allargato - continua - a chi, al di la' del fatto sportivo, dia problemi di turbativa di ordine pubblico, colpendo, ad esempio, un ultras gia' noto per i comportamenti allo stadio e che poi ti vandalizza un'area di servizio. O ancora, prevedendo un Daspo preventivo per il branco, non solo per il capobranco. In questo caso, colpendo chi sia protagonista di atti intimidatori connessi ad evento sportivo e commessi in gruppo''. Comunque, sottolinea Alfano, ''pensiamo a un Daspo rafforzato, ma agganciato all'episodio sportivo e non di piu'''.

Riguardo al capotifoso del Napoli che avrebbe trattato con i funzionari di polizia per permettere lo svolgimento della partita, Alfano ribadisce che ''non c'e' stata nessuna trattativa dello Stato. Non sta ne' in cielo ne' in terra.

Come Stato siamo e saremo in grado garantire l'ordine pubblico. Non vorrei che definirla 'trattativa' fosse una semplificazione giornalistica.

All'Olimpico e' accaduto che i responsabili delle due societa' calcistiche hanno ritenuto opportuno di far dialogare tra loro i capi delle due tifoserie per far abbassare la tensione. Il Napoli, poi, in consultazione con i responsabili dell'ordine pubblico, ha ritenuto giusto informare i tifosi attraverso il suo capitano Hamsik delle esatte dimensioni di quanto accaduto a via Tor di Quinto. Era giusto informarli che il giovane ferito non era stato vittima di un'aggressione tra tifoserie, ma di tutt'altro. Il dialogo e' servito a rassicurare gli animi. Perche' sabato, allo stadio si e' pagato in termini di tensione quanto accaduto molto fuori, a 3 o 4 chilometri di distanza''.

red-fdv/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrodestra
Zaia a Berlusconi: io candidato premier? E' una manfrina
Centrodestra
Salvini gela Berlusconi: no a Zaia leader e a doppia moneta
Pd
Pd, D'Alema: attacchi Renzi? Non vorrei alimentare ossessioni
Vitalizi
M5s: pensioni parlamentari come cittadini, basta ok a delibera
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
SpaceX invierà due turisti spaziali attorno alla Luna a fine 2018
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech