venerdì 09 dicembre | 11:20
pubblicato il 04/mar/2014 10:09

Calabria: Magorno (Pd), riflettere su ondata violenza dopo morte parroco

(ASCA) - Roma, 4 mar 2014 - ''La crudele uccisione di don Lazzaro Longobardi impone una riflessione profonda sulla recente ondata di violenza che sta interessando la zona di Cassano allo Ionio e la provincia di Cosenza in genere''. Lo dichiara in una nota Ernesto Magorno, deputato e segretario del Pd Calabria, all'indomani del brutale omicidio del parroco della chiesa di San Giuseppe a Sibari, frazione di Cassano Ionio, nel Cosentino.

''Ora piu' che mai - aggiunge Magorno - bisogna dare priorita' assoluta a garantire la sicurezza dei cittadini, contrastando ogni forma di criminalita' e dando risposte concrete ai cittadini che rivendicano con forza la vicinanza dello Stato e delle Istituzioni per l'affermazione della legalita'''. ''Al vescovo della diocesi di Cassano allo Ionio e segretario generale della Cei, monsignor Nunzio Galantino, e a tutta la comunita' esprimo il mio cordoglio e la mia vicinanza'', conclude il segretario del Pd Calabria.

com-stt/sam/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Governo
Braccio di ferro nel Pd, Renzi tiene punto: governo con tutti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina