mercoledì 22 febbraio | 21:18
pubblicato il 14/lug/2015 19:34

Bufera su Sarro dopo richiesta arresti, Bindi-M5s:lasci Antimafia

Il deputato si dimette da Ente Sarnese e lascia incarichi in Fi

Bufera su Sarro dopo richiesta arresti, Bindi-M5s:lasci Antimafia

Roma, 14 lug. (askanews) - Bufera sul deputato di Fi Carlo Sarro, dopo la richiesta d'arresto a suo carico avanzata dalla Dda di Napoli nell'ambito di un'inchiesta su presunte infiltrazioni camorristiche nella pubblica amministrazione del casertano. La richiesta di autorizzazione all'arresto è stata inviata alla Camera dai magistrati campani, ma la Giunta non ha ancora calendarizzato il 'caso'. Nel frattempo, però, sia la presidente Rosy Bindi che i parlamentari M5s chiedono che Sarro lasci la commissione parlamentare Antimafia di cui fa parte.

Sarro, per il momento, si è dimesso dall'incarico di commissario liquidatore dell'ente d'ambito Sarnese Vesuviano e rimette a Forza Italia gli incarichi di partito. "Desta in me sconcerto ed amarezza - ha dettato in una nota - vedere il mio nome trascinato in una simile situazione avendo improntato, in oltre trent'anni di attività professionale e venti di impegno politico ed istituzionale, tutta la mia azione a principi di correttezza ed onestà. Dedicherò tutto il mio tempo a lavorare per la riaffermazione della verità, non potendo permettere che la dignità della mia famiglia e la mia storia personale, professionale e politica possano essere intaccate da una simile vicenda".

Ma il suo coinvolgimento nell'indagine, ha evidenziato la presidente dell'Antimafia Bindi, "desta particolare preoccupazione". Quindi "mi auguro che l'on. Sarro valuti l'opportunità di presentare immediatamente le dimissioni dalla commissione Antimafia, da parte mia ho già scritto ai presidenti di Camera e Senato per sollevare la questione". "Da questa nuova inchiesta - ha sottolineato - emergono, una volta di più, i pesanti condizionamenti della vita economica e civile in Campania frutto dell'intreccio tra la criminalità organizzata e una politica trasformista che tocca in modo trasversale tutti gli schieramenti, come si è visto anche nelle alleanze delle ultime elezioni regionali".

Richiesta di cui si sono fatti interpreti anche i parlamentari M5s. "La lettera che abbiamo inviato alla presidente della Camera Laura Boldrini ha carattere d'urgenza nel dover allontanare quanto prima Carlo Sarro dalla commissione Antimafia. I processi faranno chiarezza sulle responsabilità, ma al momento crediamo che la sua posizione di indagato con l'incarico di membro della commissione Antimafia sia assolutamente incompatibile".

"Abbiamo appreso stamane dagli organi di informazione che il collega Carlo Sarro sarebbe destinatario di una richiesta di misura cautelare. Giunga a Sarro la nostra incondizionata solidarietà: in questi anni abbiamo conosciuto un valoroso professionista ed un politico attento e misurato. Ne abbiamo apprezzato sempre il suo acume e la sua lungimiranza", ha affermato il presidente dei deputati di Fi Renato Brunetta.

Gli articoli più letti
Campidoglio
Grillo: entro due giorni Raggi risolve questione di stadio Roma
Pd
Pd, Orfini: dopo Emiliano spero ci ripensino Rossi e Speranza
Pd
Di Maio (M5s): elettori Pd disorientati, guardano a noi
Governo
Renzi: governo fa cose importanti ma se ne parla poco
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Nasa: scoperti sette esopianeti simili alla Terra
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech