sabato 10 dicembre | 13:38
pubblicato il 09/set/2015 14:08

Bufera politica sui Casamonica in Rai, Vespa sotto accusa

Pd, Sel e M5s all'attacco, solo Cicchitto difende il giornalista

Bufera politica sui Casamonica in Rai, Vespa sotto accusa

Roma, 9 set. (askanews) - "Una delle pagine più vergognose" per la Rai, un "oltraggio", è "sconcertante". La politica va all'attacco di Bruno Vespa e della Rai, dopo la decisione del giornalista di ospitare ieri sera in trasmissione alcuni esponenti della famiglia dei Casamonica. Contro Vespa e i vertici di viale Mazzini si scagliano Pd, Sel e M5s, ma anche Codacons e Usigrai. Da tutti arriva una richiesta di "chiarimenti" a viale Mazzini. "Presenterò una interrogazione ai vertici della Rai per chiedere immediati chiarimenti", annuncia a caldo il presidente della commissione parlmentare di Vigilanza, Roberto Fico.

"La puntata di 'Porta a Porta' sui Casamonica lascia sconcertati - dice il deputato Pd Michele Anzaldi, segretario della commissione parlamentare di Vigilanza - e configura una potenziale violazione del contratto di servizio della Rai. I nuovi consiglieri di amministrazione, che hanno anche conoscenze dirette della deontologia giornalistica a partire dalla presidente, si esprimano subito".

Linea dura anche da Nicola Fratoianni di Sel: "Se questo è il nuovo corso della tv pubblica... La presidente Maggioni dovrebbe intervenire. Di certo porterò la questione in commissione parlamentare di Vigilanza".

Altrettanto critici i grillini: "Ospitare i Casamonica nel salotto di Bruno Vespa è un messaggio diseducativo e va contro la mission del servizio pubblico. La Rai intervenga, spiegando alla commissione di Vigilanza Rai perché è stato fatto l'ennesimo elogio di un clan criminale". Sul blog di Beppe Grillo, poi, si parla di "oltraggio agli italiani" e si definisce la Rai "servizio pubblico paramafioso. Fuori i partiti e la mafia dalla Rai".

L'unica voce in difesa di Vepsa è quella di Fabrizio Cicchitto, Ncd: "Francamente sono esterrefatto di fronte agli attacchi rivolti a Vespa per aver intervistato due esponenti della famiglia Casamonica. Credevo infatti che l'attività giornalistica fosse quella di far conoscere le molteplici facce della realtà e i protagonisti di essa, anche quelli più negativi e repellenti".

Ma il dibattito entra direttamente anche dentro viale Mazzini. L'Usigrai, il sindacato dei giornalisti, si rivolge alla dirigenza Rai: "Chiediamo ai nuovi vertici quale Rai servizio pubblico vogliano? Quali messaggi il servizio pubblico deve dare ai cittadini? Qui la questione non è censurare, ma scegliere quale Paese raccontare e come".

Dai vertici, al momento, arrivano due risposte diverse: Guelfo Guelfi, membro del Cda vicino al Pd, accusa di usare la "morbosità" per fare "ascolto"; Arturo Diaconale, altro consigliere d'amministrazione ma di centrodestra, difende invece Vepsa perché la decisione di ospitare i Casamonica "rientra nell'autonomia decisionale giornalistica. Perché ci dovrebbe essere così tanto scandalo?".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi verso ok a governo Gentiloni, ma su data voto è rebus
Governo
Orlando: governo per andare al voto, ma Pd non lo fa da solo
Governo
Seconda giornata consultazioni da Mattarella, Gentiloni in pole
Governo
Da Mattarella possibile incarico domenica, in pole c'è Gentiloni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina