domenica 26 febbraio | 07:16
pubblicato il 22/mar/2016 18:12

Bruxelles, Pd invita a unità. Fi disponibile, Lega-Fdi critiche

Domani a P.Chigi riunione con capigruppi maggiornaza e opposizione

Bruxelles, Pd invita a unità. Fi disponibile, Lega-Fdi critiche

Roma, 22 mar. (askanews) - Un incontro che si svolge periodicamente ma che, domani mattina, avrà un valore diverso. Dopo gli attentati di Bruxelles, infatti, il premier Matteo Renzi ha convocato a Palazzo Chigi alle 7.30 una riunione con i capigruppo di maggioranza e opposizione, per fare un confronto sui temi della sicurezza e del terrorismo.

Come era già accaduto dopo i fatti di Parigi, dunque, la politica cerca di mostrare una reazione unitaria di fronte alle stragi rivendicate dall'Isis. I vertici del Partito democratico rivolgono un appello a fronteggiare "l'attacco al cuore dell'Europa", andando "al di là dei colori politici".

Ma non tutte le reazioni sono unanimi: d'altra parte non era accaduto nemmeno dopo gli attentati di Parigi e in questo momento, a pesare, è anche l'imminente tornata elettorale. La leader di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, sottolinea come "la nostra libertà" sia sotto attacco del "fanatismo islamico" e aggiunge: "Basta subire, basta idiozie buoniste".

Chi sembra voler cavalcare gli eventi è soprattutto Matteo Salvini che peraltro, essendo anche un europarlamentare, è rimasto bloccato nel Parlamento della capitale belga. Per lui a questo punto è necessario "bonificare via per via i ghetti" e soprattutto l'Italia dovrebbe "chiudere le frontiere".

Ed è soprattutto al leader leghista che il premier Matteo Renzi è sembrato rivolgersi durante la sua dichiarazione a palazzo Chigi. "Non è tempo degli sciacalli ma neanche delle colombe", "non ci sono - ha sottolineato - soluzioni miracolistiche e chi le propone non si rende conto di quanto sarà difficile e lunga questa storia. Chi dice chiudiamo le frontiere non si rende conto che spesso i terroristi sono già dentro, chi oggi fa polemica non capisce che tutti i cittadini hanno bisogno di sentirsi parte della stessa comunità: di fronte ad attacchi come questi non c'è colore politico o partitico".

Si dice invece pronto a fare la sua parte "in un quadro di unità nazionale" il partito di Silvio Berlusconi che, però, con Renato Brunetta punta il dito contro la debolezza dell'esecutivo. "Noi offriamo totale disponibilità - ha detto il capogruppo alla Camera - ma il governo deve avere capacità di ascolto" e riconoscere che "oggi non ha la forza di affrontare le emergenze nazionali".

Il M5s, con Carlo Sibilia, concentra l'attenzione soprattutto su un altro punto: la necessità di "dotarsi di una intelligence interconnessa fra i paesi dell'Unione europea".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Errani lascia Pd: ora nuova avventura, ma ci ritroveremo
Sinistra
Lavoro, scuola, ambiente: abito classico per la sinistra ex Pd
Pd
Pd, Rosato: carte bollate? Emiliano si occupi di contenuti
Governo
Napolitano: equilibrio Gentiloni punto fermo da salvaguardare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech