sabato 03 dicembre | 13:09
pubblicato il 22/set/2014 10:30

Brunetta: Renzi deve fare delle scelte, o di la' o di qua

(ASCA) - Roma, 22 set 2014 - "L'allarme crescita, in Italia e in Europa, e' stato al centro anche degli incontri dei ministri dell'Economia e delle Finanze e dei banchieri centrali dei Paesi del G20 riuniti a Cairns, in Australia". Cosi' Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, in un editoriale pubblicato da "Il Giornale".

"Proprio nei giorni in cui un altro quotidiano inglese, il Financial Times, pubblicava l'indiscrezione secondo cui il membro belga del Consiglio direttivo della Bce, Benoît Cure', e Jörg Asmussen, ex Bce, ora vice-ministro del Lavoro tedesco, hanno chiesto al governo di Angela Merkel di ridurre le tasse sul lavoro e aumentare gli investimenti pubblici, fino a 18 miliardi nel 2015 e 10 miliardi nel 2016 (rimanendo, quindi, ampiamente nel rispetto dei parametri europei in termini di rapporto deficit/Pil) per fare da traino alla crescita in Europa".

"In altri termini: reflazione. Lo scriviamo da 3 anni. Significa aumento della domanda interna tedesca, quindi dei consumi, degli investimenti, dei salari, delle importazioni e, di conseguenza, della crescita, per la Germania e per l'intera area dell'euro.

Rispetto alla situazione interna ed europea/internazionale descritta fino ad ora, il Partito democratico spaccato sulla riforma del mercato del lavoro introduce un ulteriore elemento di instabilita', di cui l'Italia proprio non aveva bisogno".

"Il presidente del Consiglio e segretario del Pd, Matteo Renzi, deve, pertanto, fare chiarezza subito. Deve fare delle scelte. E non solo sul lavoro, ma anche sul fisco, sulla burocrazia, sulla politica economica, sulla giustizia, sull'Europa. Da che parte sta? Ce lo dica. O di la', o di qua. Di la' c'e' il corpaccione del Pd parlamentare, della Cgil, dei poteri forti finanziari e delle coop. Di qua c'e' la maggioranza del Paese, ci siamo noi, c'e' il centrodestra: brutto, sporco e cattivo, ma dalla parte giusta. Dalla parte degli italiani", conclude Brunetta.

Pol/Luc

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Riforme
Referendum, Renzi: con Mattarella italiani sono in ottime mani
Riforme
Referendum, Grillo: se perdiamo contro il mondo va bene lo stesso
Riforme
Referendum, Berlusconi: con voto a matita possibili i brogli
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari