giovedì 08 dicembre | 19:50
pubblicato il 08/ott/2013 12:00

Brunetta: messaggio Napolitano impone a Letta agire su giustizia

Pdl chiede sei indagini conoscitive sui temi rerefendum Radicali

Brunetta: messaggio Napolitano impone a Letta agire su giustizia

Roma, 8 ott. (askanews) - Il Pdl legge nella decisione del Capo dello Stato di inviare alle Camere un messaggio sull'emergenza carceri una ragione in più per sollecitare un'inizitiva di riforma della Giustizia da parte del Governo Letta. "Il messaggio alle Camere del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano sulle misure necessarie per affrontare la questione carceraria - ha affermato il presidente dei deputati Pdl Renato Brunetta- introduce con la massima forza e autorevolezza il tema della giustizia nelle cose da fare da parte di governo e Parlamento. Ascolteremo alle 16 di oggi con la dovuta attenzione l'appello del Capo dello Stato, che ringraziamo per questo suo gesto, e chiediamo sin d'ora al premier Letta di dettare le linee per darvi attuazione". "Al presidente del Consiglio ricordiamo e domandiamo, con rispetto e determinazione - ha sottolineato- di dar corpo al programma enunciato il 2 ottobre nel suo discorso per la fiducia. Quando indicò che, in tema di "opportune e urgenti riforme", "sulla giustizia il nostro lavoro potrà basarsi sulle importanti indicazioni contenute nella relazione conclusiva del gruppo di lavoro nominato dal presidente Napolitano il 30 marzo 2013". Si tratta della riforma della giustizia da attuare partendo dal testo dei "saggi". E assicurò impegno per "l'adempimento degli obblighi europei (a cominciare dal rispetto delle decisioni della Corte di giustizia dell'Unione europea)", che si connettono con l'apertura della procedura d'infrazione aperta dall'Unione Europea sulla "responsabilità civile dei magistrati". "Lungo la strada aperta dal Capo dello Stato - ha concluso Brunetta- intraprenderemo da oggi una vigorosa campagna parlamentare, che avrà il suo perno nella proposta di sei indagini conoscitive sui sei quesiti referendari sulla giustizia promossi dai radicali e per i quali il Popolo della Libertà ha dato un contributo decisivo nella raccolta delle firme. Le indagini conoscitive dovranno incardinarsi nelle commissioni Giustizia dei due rami del Parlamento.Questo per consentire agli elettori di votare sulla base di conoscenze certe e condivise".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Consultazioni Mattarella fino a sabato, chiudono Fi M5s e Pd
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni