venerdì 02 dicembre | 21:35
pubblicato il 18/set/2014 19:05

Brunetta: articolo 18 ha fatto tanto male alla nostra economia

"Non e' piu' possibile tenerci questo peso" (ASCA) - Roma, 18 set 2014 - L'articolo 18 ha danneggiato seriamente l'economia italiana, secondo il capogruppo di Fi alla Camera Renato Brunetta: "In tutta Europa, se c'e' un licenziamento senza giusta causa e senza giustificato motivo, il giudice decide che il lavoratore deve essere risarcito, e in tutta Europa il risarcimento e' monetario, solo in alcuni casi il giudice puo' optare per il reintegro. In Italia, con l'articolo 18, se c'e' una certificazione di un licenziamento senza giusta causa e senza giustificato motivo il giudice ha l'obbligo di decidere per la reintegra. Questa anomalia esiste solo in Italia, e in nessuna altra parte in Europa".

"Ma e' cosi' decisivo l'articolo 18? - continua Brunetta - Io dico che e' decisivo modernizzare lo statuto dei lavoratori che va adattato all'economia che e' cambiata negli ultimi decenni. E allo stesso tempo, in Italia, va modernizzata la norma sul risarcimento monetario e sul reintegro. Non e' piu' possibile tenerci il peso di questo articolo 18 che tanto male ha fatto alla nostra economia".

Pol/Adm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Renzi: brogli voto estero? Film che ritorna da chi teme sconfitta
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Renzi: col Sì Italia più forte in Ue su crescita e immigrazione
Riforme
Renzi: risultato aperto, in 48 ore ci giochiamo i prossimi 20 anni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari