mercoledì 07 dicembre | 17:22
pubblicato il 08/feb/2011 09:44

Brindisi, lite condominiale finisce in tragedia: un morto

Pensionato di 65 anni spara e uccide il vicino

Brindisi, lite condominiale finisce in tragedia: un morto

Cellino San Marco (Brindisi), 8 feb. (askanews) - Ha confessato nella notte Salvatore Renna, il pensionato di 65 anni che ieri sera ha ucciso il suo vicino al culmine di una lite di condominio. La vittima, Renato Maizza, operaio edile di 38 anni è stato ammazzato a colpi di pistola a Cellino San Marco (Brindisi). Il presunto assassino, ascoltato dai poliziotti della Squadra Mobile di Brindisi, ha ammesso le sue responsabilità. Renna ha ucciso Maizza utilizzando un'arma che deteneva illegalmente. La vittima è stata colpita quattro volte in pieno petto. Il trentottenne è stato soccorso dai sanitari del 118 ma è morto durante il trasporto in ospedale. Alla furia dell'omicida, che accusava Maizza di non pagare le bollette dell'acqua mettendo a rischio l'erogazione per l'intero condominio, è scampato miracolosamente il figlio diciassettenne della vittima.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi e Pd pronti a governo istituzionale: ma con numeri larghi
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Fi
Fi, Berlusconi ricoverato. Zangrillo: stress, a breve dimesso
Governo
Mattarella frena corsa al voto,prima sistema elettorale uniforme
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni