lunedì 20 febbraio | 01:34
pubblicato il 09/nov/2015 08:23

Bossi: Berlusconi non è "rinco", resta pericoloso

"E' venuto a Bologna perchè ha fatto un ragionamento strategico"

Bossi: Berlusconi non è "rinco", resta pericoloso

Roma, 9 nov. (askanews) - "Non mi sembra che Berlusconi sia così rinc... Come dicono i giornalisti". Lo afferma in una intervista al Corriere della Sera Umberto Bossi commentando la manifestazione di ieri a Bologna alla quale, insieme a Matteo Salvini e Giorgia Meloni, è intervenuto anche l'ex premier.

"Berlusconi resta pericoloso - spiega -. Il fatto che sia venuto qui a Bologna significa che ha fatto un ragionamento, ha pensato che esserci era strategico. Ha capito benissimo che se non fosse venuto avrebbe lasciato a Salvini il ruolo di unico oppositore a Renzi. In politica non si può non esserci. Dunque mi pare che Berlusconi stia ragionando bene. Nulla di strano: non è mai stato uno stupido".

Ma il leader del centrodestra chi sarà, Berlusconi o Salvini? "Tutti e due, il problema è che non si sono ancora confrontati sui programmi. Ed è lì che decidi tutto e vedi cosa succederà" conclude Bossi.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, ultima trattativa con Emiliano su primarie dopo comunali
Pd
Cuperlo a Renzi: scendi da auto, non fare 'Gioventù bruciata'
Pd
Renzi si dimette da segretario Pd, ora candidature o congresso
Pd
Renzi apre congresso Pd, minoranza accusa: "Sceglie scissione"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia