martedì 06 dicembre | 13:30
pubblicato il 19/lug/2013 09:13

Borsellino: Grasso, contro mafia servono riforme e impegno per legalita'

Borsellino: Grasso, contro mafia servono riforme e impegno per legalita'

(ASCA) - Roma, 19 lug - ''Molti sono i successi ottenuti nella lotta alla criminalita' organizzata, molte le sfide ancora da affrontare. Questo e' il compito cui tutti noi siamo chiamati, questo l'impegno al quale dovremo tenere fede in nome delle promesse pronunciate dinanzi ai corpi martoriati di Paolo e di Giovanni''. Lo ha detto il presidente del Senato, Pietro Grasso commemorando nel 21esimo anniversario della loro uccisione, Paolo Borsellino e la sua scorta, che ha aggiunto: ''Ieri, alla vigilia di questo anniversario, il Senato ha approvato all'unanimita' la legge istitutiva della Commissione Parlamentare Antimafia, riconoscendo l'urgenza di dare subito al Parlamento un'importante strumento di indagine e di intervento. E' un segnale che accende la speranza che il Parlamento possa fare la sua parte nella ricerca della verita' e un, seppur piccolo, significativo contributo alla memoria di Paolo''. ''A tutti noi, come membri di questa istituzione rappresentativa, spetta il compito di promuovere le riforme necessarie per dare al Paese concrete alternative all'illegalita' e alla sopraffazione. Solo se sapremo dare risposte concrete alle sfide che la lotta alla criminalita' e la ricerca della verita' ci pongono potremo dire di aver onorato la memoria di Agostino Catalano, Emanuela Loi, Eddie Walter Cosina, Claudio Traina, Vincenzo Li Muli e di Paolo Borsellino'' ha proseguito Grasso.

La lotta alla mafia, ha ricordato il presidente del Senato, ''non puo' essere solo una battaglia di ideali: dobbiamo intervenire sulle condizioni di sviluppo, sulla capacita' dei territori di attrarre investimenti e risorse professionali, dobbiamo dare ai magistrati gli strumenti tecnico giuridici e le risorse per combattere la mafia anche attraverso la repressione dei reati correlati, a partire da quelli di corruzione, falso in bilancio, riciclaggio e autoriciclaggio. Dobbiamo sottrarre un'intera generazione di ragazzi che non studiano e non lavorano alle lusinghe del crimine e del potere''.

E' questo, ha concluso Grasso, il modo giusto per dare un senso al sacrificio di chi, come Borsellino e insieme a lui Falcone, ebbero con la loro azione ''il grande merito di creare una rivoluzione culturale, di smuovere gli animi e le coscienze di tutti coloro che non erano piu' disposti ad accettare passivamente la presenza della mafia. I cittadini iniziarono a capire che era necessario andare avanti nella lotta alla mafia, senza fermarsi di fronte alle intimidazioni e alle paure''.

njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
M5S vuole il voto subito. Ma Di Maio premier non convince tutti
Governo
Alfano: pronostico elezioni anticipate a febbraio
Governo
Capigruppo Fi: impraticabile congelare crisi governo Renzi
Governo
Mattarella congela Renzi e attende Pd, crisi dopo la manovra
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Mantegna contro Margherita: la pizza cambia nome e si veste d'arte
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Luci di Natale: come smaltire quelle vecchie e tutelare l'ambiente
Scienza e Innovazione
AsiaHaptics 2016, Università di Siena premiata per guanto robotico
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni