martedì 17 gennaio | 02:01
pubblicato il 19/lug/2013 09:13

Borsellino: Grasso, contro mafia servono riforme e impegno per legalita'

Borsellino: Grasso, contro mafia servono riforme e impegno per legalita'

(ASCA) - Roma, 19 lug - ''Molti sono i successi ottenuti nella lotta alla criminalita' organizzata, molte le sfide ancora da affrontare. Questo e' il compito cui tutti noi siamo chiamati, questo l'impegno al quale dovremo tenere fede in nome delle promesse pronunciate dinanzi ai corpi martoriati di Paolo e di Giovanni''. Lo ha detto il presidente del Senato, Pietro Grasso commemorando nel 21esimo anniversario della loro uccisione, Paolo Borsellino e la sua scorta, che ha aggiunto: ''Ieri, alla vigilia di questo anniversario, il Senato ha approvato all'unanimita' la legge istitutiva della Commissione Parlamentare Antimafia, riconoscendo l'urgenza di dare subito al Parlamento un'importante strumento di indagine e di intervento. E' un segnale che accende la speranza che il Parlamento possa fare la sua parte nella ricerca della verita' e un, seppur piccolo, significativo contributo alla memoria di Paolo''. ''A tutti noi, come membri di questa istituzione rappresentativa, spetta il compito di promuovere le riforme necessarie per dare al Paese concrete alternative all'illegalita' e alla sopraffazione. Solo se sapremo dare risposte concrete alle sfide che la lotta alla criminalita' e la ricerca della verita' ci pongono potremo dire di aver onorato la memoria di Agostino Catalano, Emanuela Loi, Eddie Walter Cosina, Claudio Traina, Vincenzo Li Muli e di Paolo Borsellino'' ha proseguito Grasso.

La lotta alla mafia, ha ricordato il presidente del Senato, ''non puo' essere solo una battaglia di ideali: dobbiamo intervenire sulle condizioni di sviluppo, sulla capacita' dei territori di attrarre investimenti e risorse professionali, dobbiamo dare ai magistrati gli strumenti tecnico giuridici e le risorse per combattere la mafia anche attraverso la repressione dei reati correlati, a partire da quelli di corruzione, falso in bilancio, riciclaggio e autoriciclaggio. Dobbiamo sottrarre un'intera generazione di ragazzi che non studiano e non lavorano alle lusinghe del crimine e del potere''.

E' questo, ha concluso Grasso, il modo giusto per dare un senso al sacrificio di chi, come Borsellino e insieme a lui Falcone, ebbero con la loro azione ''il grande merito di creare una rivoluzione culturale, di smuovere gli animi e le coscienze di tutti coloro che non erano piu' disposti ad accettare passivamente la presenza della mafia. I cittadini iniziarono a capire che era necessario andare avanti nella lotta alla mafia, senza fermarsi di fronte alle intimidazioni e alle paure''.

njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Bersani: Renzi non ha capito lezione, così si sbatte di nuovo
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Centrodestra
Salvini: se Berlusconi preferisce Renzi, meglio soli al voto
Conti pubblici
Ue sollecita manovra correttiva. Gentiloni vede Padoan
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello