sabato 21 gennaio | 17:03
pubblicato il 25/apr/2014 13:18

Bonus Irpef: Coletto (Veneto), dietro burocratese forse tagli sanita'

(ASCA) - Venezia, 25 apr 2014 - ''Con un abile gioco di parole in burocratese i prestigiatori romani probabilmente celano un grosso rischio: nel dl Irpef i tagli alla sanita' ci potrebbero essere, eccome, ad esempio celati sotto la voce spese per beni e servizi, che riguardano anche spese sanitarie''. L'allarme viene dall'assessore alla sanita' della Regione del Veneto, Luca Coletto, reduce dall'incontro tra le Regioni di ieri a Roma.

''Se saranno sacrosanti risparmi basati su fabbisogni e criteri standard - aggiunge l'Assessore - ben vengano, anche perche' vorra' dire che dal Veneto non dovra' uscire nemmeno un euro, ma il rischio che invece si finisca per usare per l'ennesima volta la mannaia trasversale e' alto. Il che sarebbe purtroppo chiaramente consequenziale all'ormai chiaro disegno di Renzi di depotenziare le Regioni, prendendo come pretesto gli sprechi di alcune per colpirle tutte. A questo gioco al massacro io non ci sto. I veneti danno gia' a Roma 21 miliardi di saldo fiscale attivo, hanno i conti della sanita' in ordine, una nuova riforma sanitaria in corso di realizzazione. Togliere altre risorse alla sanita' sarebbe uno scempio. Combatteremo minuto per minuto perche' cio' non accada, ma non sara' facile''.

''Il Governo giura e sperguira che non saranno tagli lineari ma ben selezionati per incidere sugli sprechi? - aggiunge l'Assessore veneto - allora non resta che escludere quelle Regioni dove gli sprechi, se ancora ce ne sono, vanno cercati con il luminol. Non resta che decidere un criterio di premialita', che forse sarebbe piu' giusto chiamare di salvaguardia, per le Regioni che gia' oggi hanno tempi di pagamento ragionevoli ai fornitori, hanno una centrale unica per gli acquisti in sanita', hanno aderito alla 'generosa' offerta del Governo accettando obtorto collo di accendere di fatto un mutuo oneroso con la banca Palazzo Chigi per azzerare i debiti della sanita' verso i creditori''.

res/rus/did/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
M5s
Ue, Grillo: Alde? Si vergogni chi si è rimangiato la parola data
Fi
Fi: sostegno Berlusconi a Prodi? Accuse Salvini paradossali
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4