giovedì 19 gennaio | 22:44
pubblicato il 18/apr/2014 19:33

Bonus Irpef: Capezzone, quattordicesima per pochi e saltera' tredicesima

(ASCA) - Roma, 18 apr 2014 - ''Il decreto approvato oggi in Consiglio dei Ministri (che naturalmente attendiamo di poter leggere ed esaminare in dettaglio) sembra presentare tre limitati aspetti positivi che tuttavia, dopo settimane di roboanti annunci, appaiono piuttosto ridimensionati''.

Lo dichiara in una nota Daniele Capezzone, Forza Italia, presidente della Commissione Finanze della Camera.

''Mi riferisco ai tagli alla spesa pubblica improduttiva, purtroppo abbastanza ridotti (piu' volte proposti da me, negli ultimi mesi, con vari emendamenti e per importi decisamente superiori: ma anche il Governo Renzi, ad esempio in occasione del decreto sulla finanza locale, ci ha sempre detto no); al bonus fiscale/elettorale riconosciuto ad alcuni lavoratori dipendenti (ad una platea piu' ristretta rispetto ai primi annunci, perche' esclude gli incapienti); e infine al timido avvio del taglio dell'Irap. Ma restano cinque errori di fondo (uno compiuto nelle scorse settimane, e gli altri in questo decreto) che vanificano l'operazione''. ''Il primo e' il mantenimento (e addirittura l'inasprimento) della tassazione sulla casa, fortemente voluto dal Governo Renzi e aggravato poche settimane fa nel recente decreto sulla finanza locale: e in quella sede Governo e maggioranza hanno addirittura bocciato un mio emendamento a difesa delle detrazioni sulla prima casa. Il secondo e' l'inasprimento della tassazione sul risparmio e sulle attivita' finanziarie, che colpira' (non sembrano esserci purtroppo dubbi, anche se continuo a sperare che la versione finale del decreto non contenga questo errore marchiano) anche i conti deposito! Altro che ''rendite'', quindi: saranno colpiti anche i risparmi. Il terzo e' l'esclusione (e, quindi, la discriminazione) degli autonomi, lavoratori anch'essi, ma tenuti fuori dal taglio Irpef. Il quarto e' l'esclusione degli incapienti.

Il quinto e' che l'intervento sull'Irap e' limitato e, se si fosse invece seguita la nostra linea fissata nella delega fiscale (taglio dei sussidi a pioggia in cambio della riduzione delle tasse sulle imprese), sarebbe potuto essere molto piu' consistente'', aggiunge Capezzone.

''Dunque, a fronte di pochi e ''leggeri'' aspetti positivi, si conferma invece un dato negativo prevalente, visto che l'innalzamento della tassazione sulla casa abbinato a quello su risparmio e attivita' finanziarie finira' per mangiarsi non solo il micro bonus elettorale ma anche la tredicesima degli italiani. In sostanza, i lavoratori autonomi avranno quasi solo danni, e i dipendenti vedranno compromesso o pressoche' annullato il piccolo beneficio ricevuto'', conclude Capezzone.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
D'Alema: con Renzi non vinceremo mai, leader e premier nuovi
Terremoti
Terremoto, Salvini: il trombato Errani commissario è demenziale
Terremoti
Blog Grillo: col cuore in Abruzzo. E' il momento di essere uniti
Terremoti
Terremoto, Gentiloni presiede a Rieti vertice Protezione Civile
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale