lunedì 16 gennaio | 16:18
pubblicato il 10/feb/2014 10:50

Bolzano: bocciata legge democrazia diretta. Bassa affluenza referendum

(ASCA)- Bolzano, 10 feb 2014 - Bocciata in Alto Adige la legge sulla democrazia diretta, sottoposta ieri al primo referendum confermativo della provincia autonoma di Bolzano.

Dal 100% delle schede scrutinate risulta, infatti, che il 65,1% ha votato contro la legge sulla partecipazione civica, a fronte del 34,9% che si e' espresso favore.

Bassissima l'affluenza che, alle 22 di ieri, unica giornata di votazione, si era infatti presentato alle urne appena il 26,4% degli altoatesini aventi diritto.

Lo si legge nel sito internet istituzinale della provincia.

In ogni caso, il referendum non era sottoposto a quorum e, pertanto, il risultato e' comunque valido. La legge bocciata ieri era stata varata dal consiglio provinciale nella scorsa legislatura e introduceva forme di partecipazione diretta dei cittadini ai processi legislativi e di ammnistrazione del bene pubblico superando, in parte, lo schema di democrazia rapresentativa.

stt/res

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Bersani: Renzi non ha capito lezione, così si sbatte di nuovo
Centrodestra
Salvini: se Berlusconi preferisce Renzi, meglio soli al voto
Fca
Fca, Delrio: richiesta Germania a Ue del tutto irricevibile
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Kawasaki al Motor Bike Expo di Verona dal 20 al 22 gennaio
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda uomo, i quadri viventi di Antonio Marras
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, mobilità sempre più ecosostenibile DriveNow