mercoledì 22 febbraio | 05:29
pubblicato il 17/feb/2015 09:17

Boldrini: io sono arbitro, ma alla Camera giocatori scorretti

"Mi hanno dato della serva, inqualificabile. Tagliola non tornerà"

Boldrini: io sono arbitro, ma alla Camera giocatori scorretti

Roma, 17 feb. (askanews) - I disordini in aula alla Camera? Colpa dei gruppi parlamentari: in una intervista a Repubblica, Laura Boldrini, presidente dell'assemblea di Montecitorio, ha lanciato un appello alla riflessione. "Così - ha detto - non può continuare. I gruppi devono seriamente riflettere al loro interno su quello che è successo e impegnarsi perché non accada più. I deputati devono poter lavorare con gli strumenti parlamentari e non menando le mani".

La terza carica dello Stato ha rivendicato il suo impegno per evitare la rottura sulle riforme: "Guardi, io mi sono adoperata tanto perché il dialogo prevalesse", ha affermato ricordando che "si doveva trovare un accordo politico e c'eravamo molto vicini, quella sera di mercoledì 11... Poi è saltato tutto. Non c'è stata sufficiente capacità di ascolto reciproco". Definita "serva della maggioranza" dall'opposizione, Boldrini ha ricordato che "lo hanno detto a me, a Marina Sereni, a Roberto Giachetti. Una cosa inqualificabile".

"Mi riconosco nella definizione che il presidente Mattarella ha dato di se stesso", ha detto ancora Boldrini, parlando della sua funzione di "arbitro". "Però - ha aggiunto - il gioco funziona bene - come il presidente ha ricordato - se i giocatori sono corretti. E non sempre lo sono stati, nei giorni scorsi. Qualcuno mi ha criticato per aver concesso la seduta-fiume, come se questa fosse stata una mia scelta. Ma chi l'ha detto non conosce regole e prassi della Camera. Come è successo tante altre volte nelle legislature passate, dopo che un gruppo ha avanzato la proposta di seduta-fiume la Presidenza è obbligata a metterla in votazione in aula". E se le chiedessero di nuovo di imporre la "tagliola"? "Non è così che si porta avanti l'attività parlamentare. E' stata usata una tantum all'epoca del decreto Imu-Bankitalia, come extrema ratio. E' una misura che non può entrare nella routine dei lavori parlamentari".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nomina commissione congresso, Emiliano si candida a primarie
Consip
Di Maio: Renzi vuoti il sacco su donazione da Alfredo Romeo
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Pd
Pd, Emiliano: non faccio a Renzi il favore della scissione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia