domenica 26 febbraio | 06:42
pubblicato il 18/nov/2014 12:37

Boldrini: da imprese agghiacciante sfruttamento donne negli spot

66 milioni al mese di investimento,per 6 italiani su 10 è normale

Boldrini: da imprese agghiacciante sfruttamento donne negli spot

Roma, 18 nov. (askanews) - Nuovo e ancora più duro atto di accusa della presidente della Camera, Laura Boldrini, contro imprese italiane e multinazionali che sfruttano il corpo delle donne negli spot: "Un sistema agghiacciante", lo ha definito, che dimostra come le aziende abbiano deciso di "non partecipare attivamente allo sviluppo della società" ma di "ancorarsi a un vecchio stereotipo perché questo fa vendere". Lo stereotipo della donna "o silenziosa e seminuda o che serve a tavola", uno stereotipo che "6 italiani su 10 trovano normale".

Intervenendo a Montecitorio alla presentazione del report di WeWorld Intervita contro la violenza sulle donne, la terza carica dello Stato ha ricordato: "Qualche tempo fa mi ritrovai a dire che la pubblicità riproduceva un modello di donna sorpassato, uno stereotipo della donna o silenziosa e seminuda o che serve a tavola. Questo sollevò tantissime polemiche, non lo avrei mai sospettato ma questo report ci dimostra purtroppo che si va oltre quello che dissi qualche tempo fa perché conferma un sistema agghiacciante, ovvero che le nostre imprese vogliono investire 66 milioni al mese in spot che riproducono un'immagine falsata della donna". Le imprese, ha accusato Boldrini, "preferiscono tirarsi fuori dall'evoluzione della nostra società: un'impresa può partecipare attivamente allo sviluppo della società ma anche non farlo e ancorarsi a uno stereotipo vecchio. Le nostre aziende sono innamorate di quello stereotipo perché quello fa vendere". Ma l'accusa è anche alle multinazionali che, ha ricordato Boldrini, "fanno in Italia pubblicità che non fanno in altri paesi. Ci sarà un motivo?". E il sondaggio di Pagnoncelli "ci dice che 6 persone su 10 trovano normale sfruttare il corpo della donna in pubblicità per vendere qualsiasi cosa".

Secondo Boldrini bisogna "contrastare questo fenomeno cominciando dalle scuole. La lezione di rispetto di genere è necessaria, facciamola. L'educazione sentimentale è necessaria per crescere delle ragazze e dei ragazzi consapevoli visto che ci troviamo di fronte a cittadini che ritengono normale quello che hanno sempre visto".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Errani lascia Pd: ora nuova avventura, ma ci ritroveremo
Sinistra
Lavoro, scuola, ambiente: abito classico per la sinistra ex Pd
Pd
Pd, Rosato: carte bollate? Emiliano si occupi di contenuti
Governo
Napolitano: equilibrio Gentiloni punto fermo da salvaguardare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech