domenica 11 dicembre | 14:59
pubblicato il 29/mag/2014 11:41

Boldrini: ''Stretto legame semplificazione-trasparenza-democrazia''

(ASCA) - Roma, 29 mag 2014 - ''Saluto il Presidente della Commissione bicamerale per la semplificazione, Bruno Tabacci, e tutti i componenti della Commissione che ringrazio per avermi voluto invitare alla presentazione del documento conclusivo dell'indagine conoscitiva svolta; saluto, inoltre, il Presidente Pajno e il dott. Rizzo; rivolgo, infine, un saluto a tutti i presenti. Sono lieta oggi di introdurre questo dibattito per almeno due motivi: - il primo motivo e' che il tema della semplificazione e' oggi fondamentale, per tanti aspetti che provero' a sintetizzare; - il secondo motivo e' perche' cosi' posso esprimere l'apprezzamento per il lavoro compiuto dalla Commissione, che in soli tre mesi ha effettuato un serrato ciclo di audizioni, coinvolgendo tutti i soggetti interessati all'argomento: istituzioni, imprese, sindacati, professionisti, esperti, cittadini. Una delle prime audizioni - anche questo e' importante - ha coinvolto un organismo internazionale prestigioso come l'OCSE che ha potuto cosi' fornire una autorevole fotografia dall'esterno della situazione italiana in materia. Le impressioni che forniamo a interlocutori esterni sono infatti molto spesso piu' rivelatrici di qualsiasi ''nostro autoscatto''''. E' quanto dichiara la Presidente della Camera, Laura Boldrini, intervenendo alla presentazione a Montecitorio del Documento conclusivo sulla semplificazione legislativa e amministrativa.

''La commissione ha saputo poi condensare i risultati dell'indagine e le conseguenti conclusioni in un documento sintetico e proprio per questo assai efficace. Il documento nasce dagli apporti di tutti i gruppi ed e' stato approvato all'unanimita': e' un segnale importante, in una materia che non produce divisioni tra le forze politiche ma che rappresenta un profilo comunque molto sensibile nel dibattito pubblico. Il documento mette a nudo la capacita' tutta italiana di complicare le cose, ma indica anche le possibili e realistiche linee di azione per ottenere concreti risultati migliorativi'', aggiunge Boldrini.

''Torno al primo motivo per il quale sono lieta di essere qui: semplificare significa avere piu' liberta' e nel contempo piu' responsabilita'; piu' trasparenza e quindi piu' democrazia; maggiori possibilita' di crescita.

La semplificazione implica a mio avviso uno Stato rifondato su un nuovo patto sociale, sulla fiducia e la responsabilizzazione reciproca in primo luogo tra gli enti pubblici ed i loro dipendenti ed in secondo luogo tra le istituzioni e le amministrazioni pubbliche da un lato ed i cittadini e le imprese dall'altro. Le complicazioni nascono spesso da questa mancanza di fiducia, che porta a norme sempre piu' complicate e di dettaglio, che tutto vogliono regolare minuziosamente, provocando conseguenze negative: infatti, o si sfugge alle minuzie normative con ampie deroghe, rendendo cosi' di fatto inapplicata la regola generale, oppure, comunque, tali minuzie favoriscono il contenzioso giudiziario e anche la corruzione'', prosegue la Boldrini.

com/vlm (segue)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
## Renzi si ritira, "Doloroso, ma necessario"
Governo
Renzi al Pd esclude restare,Gentiloni tiene ma partita non chiusa
Governo
Al via totoministri, possibili conferma Boschi e arrivo Fassino
Governo
Di Maio:no M5s altri governi,Renzi dovrebbe sparire da politica
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina