lunedì 20 febbraio | 07:59
pubblicato il 15/set/2011 12:31

Bnl-Unipol/Palamara:Chiedere imputazione coatta è prerogativa Gip

Richiesta fatta al pm su Berlusconi è suo diritto

Bnl-Unipol/Palamara:Chiedere imputazione coatta è prerogativa Gip

Roma, 15 set. (askanews) - Il presidente dell'Anm, Luca Palamara, di fatto difende l'operato del Gip di Milano che ha chiesto l'imputazione coatta di Silvio Berlusconi per le intercettazioni Unipol-Bnl. Ai microfoni di SkyTg24, infatti, Palamara ha spiegato "tecnicamente" e "senza entrare nel merito della questione"che "in Italia la Costituzione dice che l'azione penale spetta al pm, ma dice anche che c'è un momento di controllo, affidato dal codice al Gip. L'articolo 409 del codice di procedura penale - ha quindi concluso Palamara - permette al giudice di chiedere al pm di fare la cosiddetta imputazione coatta".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, ultima trattativa con Emiliano su primarie dopo comunali
Pd
Cuperlo a Renzi: scendi da auto, non fare 'Gioventù bruciata'
Pd
Renzi si dimette da segretario Pd, ora candidature o congresso
Pd
Renzi apre congresso Pd, minoranza accusa: "Sceglie scissione"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia