domenica 19 febbraio | 22:46
pubblicato il 04/giu/2013 19:22

Bnl-Unipol: O.Napoli(Pdl), peccato per Berlusconi non essere giornalista

(ASCA) - Roma, 4 giu - ''Lo stesso giorno del folle verdetto di condanna contro il presidente Berlusconi per la diffusione delle intercettazioni relative al caso Bnl-Unipol, riprende alla Camera l'esame del ddl che abroga una legge del '48 nella quale c'e' la previsione finanche del carcere per i giornalisti nei casi di diffamazione a mezzo stampa''. Lo dichiara in una nota Osvaldo Napoli, esponente del PdL.

''L'Italia e' Paese di atroci paradossi. Intorno a Berlusconi, una parte della magistratura ha deciso di confezionarne un certo numero. La sentenza del tribunale di Milano sulla vicenda Bnl-Unipol ha colpito Berlusconi, vittima da anni di rivelazioni d'ufficio e intercettato come mai nessun uomo politico, facendone addirittura un carnefice.

E' l'Italia, signori! Peccato per Berlusconi non essere stato iscritto all'ordine dei giornalisti. L'avrebbe scampata senza colpo ferire'', conclude Napoli.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, ultima trattativa con Emiliano su primarie dopo comunali
Pd
Cuperlo a Renzi: scendi da auto, non fare 'Gioventù bruciata'
Pd
Renzi si dimette da segretario Pd, ora candidature o congresso
Pd
Termina assemblea Pd, Orfini: "Congresso formalmente indetto"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia