venerdì 09 dicembre | 11:00
pubblicato il 04/giu/2013 17:42

Bnl-Unipol: Gasparri, da motivazioni sinistra intoccabile per giudici

Bnl-Unipol: Gasparri, da motivazioni sinistra intoccabile per giudici

(ASCA) - Roma, 4 giu - ''La sinistra tenta la scalata bancaria ma di questo non se ne deve parlare. Si potrebbero sintetizzare cosi' le motivazioni della sentenza sulla tentata scalata di Unipol a Bnl che vedrebbero Silvio Berlusconi condannato per presunta rivelazione del segreto d'ufficio''. Lo dichiara il vicepresidente del Senato, Maurizio Gasparri.

''Poiche' la sinistra ha mostrato, nella famosa telefonata di Fassino a Consorte, tutta la sua capacita' 'nel fare affari' andando contro l'orientamento del suo elettorato, che evidentemente considera i suoi rappresentanti politici casti e puri, allora Berlusconi deve essere condannato perche' avrebbe contribuito a questa operazione verita' - prosegue Gasparri -. Piu' leggiamo le motivazioni della sentenza e piu' la sensazione di essere scesi nel ridicolo aumenta. Per i giudici di Milano la sinistra che scale le banche e' intoccabile''. com-njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Governo
Braccio di ferro nel Pd, Renzi tiene punto: governo con tutti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina