mercoledì 22 febbraio | 19:20
pubblicato il 04/mar/2011 05:11

Biotestamento/ Pd e Fli a caccia di malumori Pdl prima di aula

Polemica Bersani-radicali. I 'finiani' ripropongono 'soft law'

Biotestamento/ Pd e Fli a caccia di malumori Pdl prima di aula

Roma, 4 mar. (askanews) - A pochi giorni dall'avvio del dibattito in aula sul testamento biologico, lunedì prossimo, le opposizioni cercano di intercettare i mal di pancia della maggioranza. Ma mentre i 'finiani' trovano la quadra, nel Pd riemerge la fibrillazione dei mesi passati. Futuro e Libertà ha deciso che presenterà un emendamento che riscrive interamente il testo del disegno di legge e porta le prime firme di Benedetto Della Vedova e Antonio Bonfiglio. Il gruppo "si è trovato unito" a ritirare fuori una proposta di due anni fa, quando iniziavano le schermaglie tra Fini e Berlusconi e il presidente della Camera si smarcava dalla 'mainstream' del partito anche su temi come la bioetica. L'idea è "non approfondire lo scontro tra posizioni inconciliabili, ma al contrario di disarmarlo, attraverso una 'soft law' che - spiega una nota - 'ribadisca con chiarezza il no all'eutanasia e all'accanimento terapeutico, e che per il resto istituisca una sorta di riserva deontologica sulla materia del 'fine vita'". Il Pd, invece, fatica a trovare una sintesi tra le diverse anime del partito. Se già nei mesi scorsi sono andate in scena diatribe e puntualizzazioni tra la componente cattolica e quella radicale, tra Ignazio Marino e i 'teodem', anche oggi la polemica non manca. E' intervenuto anche l'ex segretario Walter Veltroni che, sul 'Foglio' di oggi, riassume così il ddl in discussione "Fa' pure testamento, ma sappi che non sarà vincolante e che su due punti cruciali come l'idratazione e la nutrizione artificiale di persone in stato vegetativo, la tua volontà non può essere ascoltata". I radicali, per bocca di Maria Antonietta Farina Coscioni, rilevano che il Pd ha rinunciato a presentare una relazione di minoranza in aula e a sollevare una pregiudiziale di costituzionalità (proporrà invece la sospensiva). Poi il sospetto: "Temo che l'ispiratore di questa scelta sia il capogruppo Franceschini dopo che c'e stato un seminario a porte chiuse promosso nei giorni passati dal collega Castagnetti al quale non siamo stati invitati". A stretto giro di posta risponde il segretario del partito. "La proposta di Dario Franceschini sulla legge relativa al testamento biologico è la proposta del Pd", ha detto Pierluigi Bersani.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Orfini: dopo Emiliano spero ci ripensino Rossi e Speranza
Pd
Speranza: Emiliano resta nel Partito di Renzi, noi no
Campidoglio
Grillo: entro due giorni Raggi risolve questione di stadio Roma
Pd
Pd, Emiliano: non faccio a Renzi il favore della scissione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Spazio, astronauti italiani e cinesi lavoreranno fianco a fianco
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech